IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

DISTURBI

SUCCEDE... CHE SU CERTI POST, COMPAIANO DELLE SOVRASCRITTE. I LETTORI COMPRENDERANNO...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

QXCI-SCIO: FREQUENZE PER IL RIEQUILIBRIO ENERGETICO CORPO-MENTE E ANTISTRESS

QXCI-SCIO: FREQUENZE PER IL RIEQUILIBRIO ENERGETICO CORPO-MENTE E ANTISTRESS
"Ho scoperto che l'inconscio dei pazienti, è un sistema molto profondo e intelligente, molto piu' intelligente delle mente verbale, che è come un bambino che cerca di comprendere le cose". dr Nelson

domenica 29 gennaio 2012

OGNI FORMA HA UNA PROPRIA FREQUENZA . IL TEOREMA DI BELL

BIOTESTER


Ogni oggetto, naturale o artificiale possiede una vibrazione propria ed emana energia a frequenza propria, non solo a causa del materiale di cui è composta, ma anche dalla forma che assume nello spazio. In natura tutto è duale, a forme positive o armoniche ne esistono altre negative o disarmoniche che possono generare problemi a livello energetico nell’ambiente e nel corpo stesso.

Il teorema di Bell ha dimostrato che tutte le cose hanno informazioni proprie e che sono identiche alle parti che la compongono e perfino ad una fotografia dell’ oggetto stesso. La fotografia di un oggetto è in grado di trasmettere le informazioni dell’ oggetto stesso in quanto le contiene.

Questa scoperta non è da poco e ci permette di capire su che basi si fonda la radionica.  Questo spiega perché sia possibile che sensitivi trovino a distanza persone scomparse da una semplice fotografia.

il Teorema di Bell
John Bell ha scoperto che le particelle elementari di energia non possono essere mutate,senza che risultino alterate nello stesso modo anche le loro “gemelle”, nate dalla stessa particella madre.

L’ esperimento di Bell al CERN di Ginevra ed al CNR italiano.
Tramite un acceleratore atomico una particella d’energia “madre” è stata scissa in due particelle di energia figlie, perfettamente identiche tra di loro e quindi con le stesse caratteristiche . Particelle con le medesime caratteristiche hanno informazioni uguali. Bell, agendo su una delle due particelle ha dimostrata che questa poteva essere mutata. Contemporaneamente mutava anche la seconda particella gemella, sebbene su di essa non si sia stato attuato nessun intervento.

Non si può modificare una sola parte di un oggetto senza modificarlo tutto
Questo esperimento dimostra che non possono essere modificate della parti senza che non venga modificato l’ insieme.  Cose legate tra loro da una stessa energia elementare restano identiche anche quando solo una di esse varie perché tale variazione costringe al cambiamento anche le altre.



POST CORRELATO:

EMANUEL: IL CORAGGIO E LA VOGLIA DI VIVERE E IL TALENTO DELL'ANIMA



nato non sa esattamente quando, in una zona di guerra dell'Iraq, impacchettato in una scatola di scarpe e adottato da una coraggiosa madre occidentale.
Canta per X factor "IMAGINE" di John Lennon

LINK DIRETTO A YOUTUBE:
http://www.youtube.com/watch?v=W86jlvrG54o&feature=player_embedded

venerdì 27 gennaio 2012

QUELLE EMOZIONI CHE DISTURBANO GLI ORGANI E LA NOSTRA SALUTE


Dati i tempi presenti , piuttosto tesi e cupi, non dovrà sorprendere se la serie di emozioni nel seguito elencate saranno piuttosto sperimentate. Questo non significa che debbano essere sollecitate o provocate, anzi varrà la pena di considerare che bisogna fare il possibile per evitare di esserne prigionieri e non per un fine meramente "virtuoso" o filosofico, ma proprio per la propria salute fisica.

Un (il...) mezzo piu' autonomo e potente per non restare prigionieri di emozioni distruttive è usare la mente, ma non per negarle o giustificarle o vezzeggiarle, ma per trasformare le informazioni che mandiamo al subcosncio. Nelle parole e nella mente c'è potere, ma le parole non sono la mente: semplicemente la attraversano. 

la PAURA.....................interferisce con i   RENI/AREA UROGENITALE
la RABBIA ...........................................  FEGATO/TRATTO EPATOINTESTINALE

l'ANSIA................................................   POLMONE/SISTEMA POLMONARE
la TRISTEZZA.......................................  CUORE/ SISTEMA CARDIOVASCOLARE
la PREOCCUPAZIONE.........................    MILZA-SISTEMA IMMUNITARIO

La Mancanza  di perdono di sè o di Dio, è una notevole causa di malattia
la Gelosia il rimpianto, l'eccesso di aspettative, i conflitti non risolti, possono causare malattia

Ignorare la verità è ... dare potere al non rivelato


Per favorire la nostra  salute e NON
minare il nostro equilibrio, dobbiamo sostituire:

l'ORGOGLIO..........................con la COMPASSIONE
la PAURA ..............................con l'AMORE e la FIDUCIA
l'IGNORANZA ...................... con la CONSAPEVOLEZZA NON GIUDICANTE

l'AVIDITA' ...........................  con la GENEROSITA'
il DESIDERIO ......................  con l'ACCETTAZIONE


"Ogni via ha gioia e tristezza. Nessuna via è perfetta. La perfezione esiste perchè ci sono i difetti. Scegli con saggezza, intuizione, senza paura e facendo distinziione" 

articolo correlato:

LA SUPERCOSCIENZA, IL NOSTRO SUPER DOTTORE INTERIORE E IL SUBSPAZIO



FOX NEWS: UNA STRANA SOSTANZA NERA-VERDE-BLU CADE DAL CIELO



Che cosa disperdono gli aerei chimici? Oltre ai soliti metalli, anche mefitici liquami: ne è prova quanto accaduto in una cittadina degli Stati Uniti, dove i velivoli impegnati nelle scellerate operazioni chimico-biologiche, hanno riversato una strana sostanza. Un servizio della Fox news, in cui sono intervistati alcuni residenti che chiamano in causa le chemtrails, avalla questa spiegazione, dando risalto alle testimonianze e per mezzo di eloquenti, decisive inquadrature.

Gli abitanti di Farmington Hills, nel Michigan (Stati Uniti), sono rimasti sconcertati, quando hanno visto i passi carrai, le automobili e le strade coperte da una misteriosa sostanza nera, verde e blu.

E’ ormai la quarta volta in cui questo materiale viene trovato, anche se nessuno sa esattamente che cosa sia, molti cittadini chiamano in causa gli aerei che incrociano a bassa quota sul centro e sull’intera contea. I residenti sono preoccupati, poiché ritengono che la sostanza potrebbe essere tossica.

Le autorità aeronautiche hanno dichiarato che non si tratta di perdite di aerei ed hanno suggerito che i volatili siano la causa del fenomeno (sic), ma la gente del posto non crede a questa patetica versione. Alcuni hanno inviato dei campioni della sostanza ad alcuni laboratori affinché siano analizzati.

Un portavoce della F.A.A., la Federal Aviation Authority ha affermato che non si tratta di carburante di aerei e nemmeno dello scarico dei servizi igienici dei velivoli.


fonte:http://www.tankerenemy.com/2012/01/liquami-dal-cielo.html

mercoledì 25 gennaio 2012

LA SUPERCOSCIENZA, IL NOSTRO SUPER DOTTORE INTERIORE E IL SUBSPAZIO

 
dispositivo QXCI-SCIO di biofeedback
"In noi abbiamo un Supercoscio che è molto superiore a quello della mente conscia verbale. Se ci affidiamo a lui, alla coscienza di Dio" dell'Universo, o Supercoscienza se non amate la parola "Dio".

Dobbiamo tutti riconoscere che i nostri corpi vivono ed esistono perchè c'è un potere oltre la capacità delle nostre sole parole. Dobbiamo riconoscere che el parole sono uno strumento potente per l'analisi, per prendere delle decisioni e dare spiegazioni. Ma il mezzo non dovrebbe essere ingannato al punto da fargli credere di essere lui "il maestro".

Se sviluppaimo questa coscienza in noi, che ci porta a trovare i poteri che esistono nel superconscio, oltre i dubbi e lo scetticismo delle nostre parole, allora cominceremo a scoprire il "superdottore" dentro di noi e questi si renderà conto che chi opera in verità la guarigione, è questa incredibile forza vitale che non appartiene alle parole". dr Nelson, ideatore del dispositivo QXCI-SCIO.

Tutte le culture hanno da sempre una credenza in qualche forma di fenomeno psichico. Le ultime scoperte mostrano che le persone con le loro menti possono influenzare vari esperimenti quantistici.
Tale fenomeno è indipendente dal tempo e spazio che conosciamo.

Sistemi quantistici come il corpo umano, possono essere in contatto con il SUBSPAZIO coscienziale. Per subspazio, in sintesi, si intende laconsapevolezza o la forma di consapevolezza del nostro universo.


"Ho scoperto che l'inconscio dei pazienti, è un sistema molto profondo e intelligente, molto piu' intelligente delle mente verbale, che è come un bambino che cerca di comprendere le cose". dr Nelson

"Il SUPERCONSCIO innato (il super-dottore interiore) puo' sistemare e riparare le cellule a livello cellulare, muovere elettroni e fotoni in una precisa forma e fare una quantità incredibile di cose che rende "passé" qualsiasi cosa svilupata dalla mente verbale.  Non ultimo... nessuno puo' duplicare l'azione di una cellula, nessuno scienziato, nessun ricercatore. Il supercosnscio quindi "possiede una tecnologia" molto superiore a quella che conosciamo nel mondo fisico ed altro non è che la TECNOLOGIA DELLA VITA."

IL DISPOSITIVO QXCI-SCIO, ti permette di RIDURRE lo STRESS, aumentare il tuo benessere, rafforzare i sistemi organici del corpo e portare un flusso di guarigione nella tua vita!

Per info su sessioni  con il QXCI-SCIO, ovvero una interfaccia con la tuia coscienza : Cristina Bassi, academy@thelivingspirits.net

Questo dispositivo ti permette di ricevere frequenze benefiche per il corpo-mente-spirito

In salute con l'energia quantica! LA GUARIGIONE NON E' NE' LINEARE NE' VERBALE...
 
NOTA BENE
il dispositivo non sostituisce intervento e cure mediche, nè fa diagnosi alcuna.

mercoledì 18 gennaio 2012

FLUORIZZAZIONE DELL'ACQUA: SECONDO NUOVA RICERCA E' CORRELATA A MALATTIE CARDIOVASCOLARI E NON SOLO...

Una nuova ricerca ha correlato il fluoruro di sodio  a malattie cardiovascolari: la causa primaria di morte nel mondo. I ricercatori hanno scoperto che assumere fluoro direttamente, stimola l'indurimento delle arterie, una condizione nota come aterosclerosi.

Il fluoruro di sodio è attualmente aggiunto alla fornitura di acqua di molte città nel mondo, nonostante la estrema opposizione di alcuni professionisti della salute e il fatto che precedenti studi  l'avessero correlato ad una diminuzione dell  QI  (quoziente intellettivo) e alla infertilità.

Nella loro ricerca gli scienziati hanno esaminato la relazione tra l'assunzione di fluoruro di sodio  e l'ispessimento delle arterie (calcificazione) . Studiando piu' di 60 pazienti, i ricercatori hanno trovato una significativa correlazione tra l'assunzione di fluoro e la calcificazione delle arterie. Pubblicata nella edizione di gennaio del giornale sulle Nuclear Medicine Communications, la ricerca evidenzia il fatto che l'esposizione di massa al fluoro possa essere responsabile della epidemia di malattie cardiovascolari, che ogni anno  sempre piu' del cancro, consuma vite umane . Nel 2008 ha ucciso 17 milioni di persone.

Secondo gli autori dello studio:

Il valore di assorbimento di fluoro nelle coronarie,  in pazienti con decorsi cardiovascolari  è stato significativamente maggiore che in quelli che non ne avevano.
Sorprendentemente non è il primo resoconto che emerge sui pericoli della fluorizzazione dell'acqua; tuttavia il governo USA (insieme ad altre nazioni) ha acconsentito che si facesse continuamente la fluorizzazione della fornitura pubblica di acqua nonostante queste scoperte.

Il governo (qui inteso come USA)  ammette i pericoli, tuttavia continua a pompare fluoro nelle forniture di acqua

Oltre 24 ricerche hanno concluso che il fluoro influenza negativamente le funzioni cognitive. In aggiunta a questi studi, oltre cento su animali  hanno messo in correlazione il fluoro alla infertilità maschile, al diabete e ad una serie di altre malattie. Nell'ultimo studio sulla cognitività, è stato trovato che il 28% dei bambini che vivevano in un'area dove i livelli di fluoro erano bassi, raggiungevano i migliori punteggi nei test.

Le precauzioni per ciò che rigurada il fluoruro di sodio:

  • R25 – Tossico se ingerito
  • R32 – a contatto con l'acido libera un gas molto tossico.
  • R36/38 – Irritante per pelle e occhi.
  • S1/2 – tenerlo al riparo e lontano dalla portata dei bambini
  • S22 – non respirane la polvere.
  • S36 – indossare abiti protettivi adatti
  • S45 - In caso di incidente o se vi sentite male, cercate soccorso medico imemdiatamente (indicare l'etichetta ovunque possibile)
Sin dal 1962 il governo (USA) ha raccomandato che i livelli di fluoro siano tra lo 0.7 e l' 1.2 mg/ per litro nell'acqua potabile della nazione. Reclamizzato come inibitore di carie, il fluoro è stato apprezzato per le sue presunte proprietà di prevenire il deterioramente dentale e per promuovere la salute orale.
La ricerca ora rivela che il fluoro, proprio quella sostanza che si suppone eviti il deterioramento dei denti, in realtà non faccia nulla per prevenire le carie.

Infatti, si è riscontrato come la  vitamina D  sia significativamente piu' efficace nella prevenzione delle carie senza avere estremi effetti collaterali. Invece di danneggiare il vostro corpo, la vitamina D taglia di netto il rischio di tutto cio' che deriva dal consumo di fluoro .

INFO CORRELATE:

  1. Scientists Uncover Truth About Fluoride and Other Water Contaminants
  2. Fluoride Supplements Shown to Have No Benefits, Only Dangers
  3. Government Calls for Lower Fluoride Levels and Admits it Harms Children
  4. Vitamin D Better than Fluoride at Cavity Prevention
  5. Water Fluoridation War | Government Admits Dangers, Experts Speak Out
  6. Flashback: The Hepatitis B Vaccine is Linked to Infant Death, Multiple Sclerosis and Autoimmune Disorders
FONTE: http://www.activistpost.com/2012/01/new-research-fluoride-linked-to-1-cause.html#more
traduzione e sintesi Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net



martedì 17 gennaio 2012

ATTENZIONE ALLE BEVANDE ENERGETICHE: POTREBBERO AVVELENARE IL CERVELLO

 
La Australian Medical Association sta chiedendo che venga posto un limite di età per il consumo delle bevande, dopo una preoccupante crescita del numero di teenagers che si sono ammalati.

Ma un gruppo che rappresenta l'industria delle bevande ha fatto cadere le richieste per una maggiore regolamentazione sulle bevande, dicendo che non sono piu' dannose del caffè. 
Hanno detto che gli adolescenti che sono stati accolti nei pronto soccorsi dopo una overdose di bevande energetiche, sono state solo lo 0.00001 per cento della popolazione.
Ma gli esperti dicono che i ragazzii sono stati avvelenati dalle bevande e soffrono di allucinazioni, problemi cardiaci e attacchi epilettici.
Una ricerca del Poisons Information Centre (Centro INformazione Veleni) indica che la media di quelli che si ammalano è di 17 anni, ma anche i giovani di 15 anni sono stati trovati con overdose.


"Ho visto adolescenti presenti al pronto soccorso, con una media cardiaca di 200 battiti al minuto o cosi' stimolati da avere secondo i loro genitori, e le persone intorno,  un comportamento estremamente stressato"


Dr Parnis ha detto che alcuni adolescenti hanno preso la bevanda energetica come un sostituto di una tazza di cereali per colazione, ed altri l'hanno usata come stimolante per lo studio.


Il portavoce del Victorian Poisons Information Centre, Jess Robinson ha detto che il numero di chiamate ricevute in merito alle bevande energetiche che intossicano, è salito da 12 nel 2004 a 46 nel 2011.
Ha detto anche che i sintomi inscludono: vomito, diarrea agitazione, sovraeccitazione.


Mr Robinson ha anche detto chele bevande che hanno causato maggiori problemi ai giovani sono state: Mother, Red Bull, V, Wicked Energy Drink e Xocai.

fonte: http://www.heraldsun.com.au/news/more-news/doctors-issue-health-warning-as-teens-guzzle-energy-drinks/story-fn7x8me2-1226244891611
sintesi e traduzione Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net

lunedì 16 gennaio 2012

ALTRA INQUIETANTE MORIA DI UCCELLI, ORA IN ARKANSAS, ..



 merli morti sono caduti dal cielo in una città dell'Arkansas centrale per il secondo anno di fila alla vigilia del nuovo anno.

La polizia di Beebe ha riferito che decine di uccelli sono caduti morti, spingendo gli ufficiali di vietare ai residenti di sparare fuochi d'artificio nella notte di sabato.
L'ufficiale John Weeks ha detto che il primo rapporto di "uccelli per le strade" è arrivato alle 19:00. La polizia ha collaborato con i lavoratori per il controllo degli animali per determinare un conteggio. Non è ancora chiaro se le celebrazioni di fine anno siano nuovamente i veri responsabili.
Lo scorso anno, i fuochi d'artificio sono stati accusati della morte di migliaia di uccelli...

fontehttp://abclocal.go.com/ktrk/story?section=news/bizarre&id=8486748


POST CORRELATI:

GRANDE MORIA DI PIPISTRELLI IN USA, CAUSA LA SINDROME DEL NASO BIANCO

domenica 15 gennaio 2012

IL POTERE ANTIBIOTICO E DISINFETTANTE DEL LIMONE E I SUOI BENEFICI SUL COLESTEROLO

Il limone fa parte della famiglia delle Rutacee, cui appartengono anche arance, mandarini, bergamotti, cedri, pompelmi.

Le varietà principali di limoni sono:

· Il Femminello, tipico della Sicilia, dal frutto di forma oblunga, la polpa succosa e molti semi. Esiste però anche il Femminello apireno, molto pregiato, poiché è quasi privo di semi; dai Femminelli Santa Teresa provengono i migliori verdelli;
· Il Monachello, resiste poco alla conservazione ed è utilizzato, principalmente, per la produzione di verdelli;
· L’Interdonato, dal frutto grosso, ma poco succoso, utilizzato per la produzione del primofiore.

Il limone è ricco di oli essenziali, il principale dei quali è il limonene, concentrato prevalentemente nella scorza. Gli oli essenziali del limone hanno un elevato potere antibiotico e disinfettante. Applicati sulla pelle, svolgono anche un’azione revulsiva (richiama il sangue in superficie) e per tale motivo risultano utili in caso di reumatismi, inoltre, sono cicatrizzanti.

Il limone (assieme al pomodoro) è il vegetale con il più alto contenuto di acido citrico, una sostanza essenziale per il ricambio energetico delle cellule. Contiene inoltre citrati di sodio e di potassio, che hanno un notevole potere depurativo.

Dal limone lo scienziato ungherese Albert Szent-Gyorgy riuscì per primo a isolare la vitamina C, di cui il frutto è particolarmente ricco.

Anche in questo caso, come spesso accade, non è tanto la presenza di questo o di quell’elemento a essere efficace, quanto piuttosto l’armonico contributo di diverse sostanze che interagiscono tra loro (è proprio grazie alla relazione con altre sostanze che la vitamina C contenuta nel limone cura lo scorbuto: la stessa vitamina, ottenuta in laboratorio, risulta inefficace).

Discreto è l’apporto di vitamine del gruppo B e della vitamina P. Nella scorza si trova un’altissima quantità di flavonoidi.

· Riduce i livelli di colesterolo e contrasta l’arteriosclerosi: grazie all’azione fluidificante dei citrati di sodio e di potassio, il sangue circola più liberamente nelle arterie e passa facilmente attraverso le pareti dei capillari, apportando alle cellule una maggiore quantità di sostanze nutritive.

Se bevuto abitualmente e in quantità significative, il succo di limone aumenta i livelli di colesterolo HDL, il cosiddetto ‘colesterolo buono’ e abbassa il livello di colesterolo LDL, ‘quello cattivo’. Riduce inoltre i livelli di omocisteina messa in relazione con alti rischi d’infarto.

· Combatte reumatismi, artrite e gotta: il limone contiene oligoelementi che sciolgono i cristalli di acido urico. L’acido citrico, inoltre, ha un effetto depurativo.

· Allevia i sintomi di mal di gola, raffreddore e influenza: per le loro proprietà antivirali e antibatteriche gli oli essenziali del limone sono efficaci nel contrastare le malattie infettive. Per stroncare un raffreddore sul nascere, ai primi sintomi, quando la gola inizia a pizzicare, si consiglia di mangiare un limone intero, buccia e semi compresi (di produzione biologica); in caso di mal di gola, si consiglia di fare gargarismi con il succo di limone. Se il naso è otturato, instillate alcune gocce di succo di limone direttamente nel naso.

· Aiuta a digerire i grassi: il limone si è dimostrato utile a chi ha tendenza a formare calcoli alla cistifellea. Uno dei sintomi più frequenti è la difficoltà a digerire i grassi, dovuta alla presenza di piccoli calcoli. A digiuno o lontano dai pasti, bevete il succo di almeno tre limoni nell’arco della giornata.

· Cura le affezioni della pelle: per le sue proprietà antivirali e antisettiche, il succo di limone favorisce la guarigione in caso di verruche, foruncoli, vescicole, afte, pustole, ferite e piaghe. Si consiglia di mettere sulla zona interessata qualche goccia di limone, due o tre volte il giorno.

· Disinfetta: in caso di punture d’insetti (zanzare, pulci o altro) strofinate sulla zona interessata una fettina di limone.

Nello svezzamento: come tutti gli agrumi, il limone può essere introdotto nell’alimentazione del bambino all’ottavo mese. Una o due gocce di questo frutto possono però essere offerte anche nei mesi precedenti, in caso di singhiozzo. Si fa tuttavia eccezione a tali indicazioni se in famiglia vi sono predisposizioni alle allergie: in questi casi per offrire gli agrumi è bene aspettare dopo l’anno, anche qualora il bambino abbia il singhiozzo e comunque, sentire prima il proprio pediatra.

Grazie alle sue mucillagini, il succo di limone ammorbidisce la pelle e la nutre con gli oligoelementi di cui è ricco. Inoltre, grazie al suo contenuto di vitamina C, di acidi citrico e malico, la tonifica, riduce la secrezione di sebo e mantiene la giusta acidità.

1. Tonico per pelli grasse: massaggiate il viso due volte il giorno (la mattina e la sera), con un batuffolo di ovatta imbevuto di succo di limone (avendo l’accortezza di evitare gli occhi). Lasciate seccare e poi ripetete l’operazione. Alla fine lavate il viso con acqua fredda.
2. Maschera per pelli grasse: sbattete un tuorlo d’uovo con due cucchiai di miele liquido, aggiungete due cucchiai di olio extra vergine d’oliva, amalgamate bene aggiungendo – se necessario – altro olio e infine due/tre cucchiai di succo di limone. Ungete il viso con questa crema e lasciatela seccare. Poi, lavatevi con acqua tiepida.
3. Per ottenere denti bianchi: ogni giorno – per una settimana – affondate i denti in un grosso spicchio di limone (completo di buccia), assicurandovi che penetrino nella polpa e nella parte bianca, quindi passate lo spicchio avanti e indietro per tutta la dentatura.
4. Per rafforzare le unghie fragili: spremete il succo di due/tre limoni in 50 ml di olio di avocado (si trova in erboristeria), miscelate bene e ogni sera ungete le unghie con questo miscuglio. Per evitare, di macchiare la biancheria, indossate guanti di cotone bianco.

Il limone deve avere buccia soda, sottile, liscia, senza macchie e di colore brillante. Per verificare che sia fresco controllate che la rosetta a cui è attaccato il picciolo sia di colore verde. Una buccia rugosa e spessa, macchie verdi, deformità, ammaccature e cicatrici, dovute a grandine o ad attacchi di parassiti, sono da considerarsi difetti. Utilizzate limoni maturi, più ricchi di aroma.

Al momento dell’acquisto accertatevi che i frutti non siano trattati in superficie con una sostanza che impedisce lo sviluppo delle muffe, detta ‘difenile’ o ‘bifenile’. Nel corso di esperimenti di laboratorio condotti su animali, il difenile non si è dimostrato nocivo, ma altera il sapore del frutto. Qualora vogliate utilizzare la scorza, soprattutto se a scopi curativi, si consiglia di acquistare limoni non trattati.

Per conservare i limoni maturi la temperatura ideale è di 0 – 4°C, mentre i limoni verdi possono essere mantenuti a una temperatura di 11 – 14°C. E’ consigliabile, quindi, tenere i limoni maturi in frigorifero, mentre i limoni verdi possono rimanere in un ambiente fresco.

Attenzione: chi soffre d’irritazione allo stomaco o dei postumi di un’ulcera può risultare insofferente al limone. In questi casi bisogna iniziare ad assumere il limone gradualmente. Alcuni sopportano meglio il succo di mezzo limone diluito in acqua fredda, preso prima dei pasti. Altri preferiscono assumerlo dopo il pasto, disciolto in acqua calda addolcita con un po’ di miele.

Inoltre, è del tutto priva di fondamento la credenza, piuttosto diffusa, che il limone possa togliere calcio alle ossa (rendendole fragili), al contrario, l’acido citrico contenuto nel frutto favorisce l’assimilazione del calcio da parte dell’intestino.

È buona abitudine grattugiare un po’ di scorza di limone sulle verdure e sulle insalate, oltre a dare sapore al piatto, la scorza è particolarmente ricca di limonene; è anche possibile sostituire il limone all’aceto di vino nel condire le insalate. Il limone ha un aroma meno aggressivo dell’aceto, si adatta a vivande delicate come pesci, crostacei o verdure di gusto non accentuato. Il succo di limone ha la capacità di ‘cuocere’ le carni, ammorbidendone le fibre e rendendole più digeribili.

· La scorza grattugiata del limone conferisce un aroma gradevole a dolci, gelati, paste frolle e lievitate, creme, carni e salse (grattugiarne solo la parte gialla e non quella bianca che è amara).
· Per evitare che i carciofi puliti anneriscano, immergeteli in acqua acidulata con succo di limone.
· Aggiungete una fettina di scorza di limone al caffè (secondo la tradizione popolare, aiuta la digestione di un pasto ‘pesante’).
· Per eliminare l’odore del cavolfiore, durante la bollitura, mettete mezzo limone nell’acqua di cottura.
· Nella preparazione delle marmellate, durante la cottura della frutta, aggiungete succo di limone. Impedisce che le marmellate inacidiscono (nonostante il limone abbia un sapore acidulo). 

Limone Extra - Olio Essenziale
 Limone Bio - Olio Essenziale Puro- PER ACQUISTO

sabato 14 gennaio 2012

VACCINI INFANTILI: UN NO CONSAPEVOLE


Jim Carrey ci dice qui di imparare a difenderci da soli. Perché una politica latitante e complice ha svenduto la salute dei neonati a favore dell'industria dei farmaci.
C'è da dire pure che il pubblico è stato davvero latitante, stenta a concettualizzare che cosa sono i vaccini.
Naturalmente la scienza, i cui impiegati salariati traggono i loro stipendi dalla ragionevolezza in relazione al sistema farmaceutico, ha taciuto sulla questione degli effetti in termini di allergie e disordini della digestione e problemi psicologici dei vaccinati a 1 anno di vita.

Ma se la scienza ha taciuto, alcuni giudici no. Alcuni si sono tolti grosse soddisfazioni nella propria microscopica giurisdizione. Come per esempio in Italia dove l'obbligo di vaccinare non esiste praticamente piu' per una trentina di delibere dei Tribunali dei Minori con persone che non volevano far vaccinare i proprio figli. "Luogo a non procedere" decretato dal giudice per una coppia di genitori che ha rifiutato di sottoporre il figlio alle vaccinazioni obbligatorie (a questo link la sentenza integrale http://www.comilva.org/Public/data/csi004/201124182245_304-10VGSicam_4973_201... )

Sentenza positiva che di fatto apre la strada all'obiezione legale in Puglia. La documentazione presentata al giudice minorile è il frutto di un lavoro meticoloso, durato settimane, di concerto con l'associazione del Comilva e la ferma volontà dei genitori a dimostrare la fondatezza delle loro convinzioni. La sentenza è rivoluzionaria: riconosce ai genitori, in presenza di una approfondita conoscenza delle tematiche vaccinali, la libertà di scelta.

FONTE: http://www.youtube.com/watch?v=zyfKoNBrzAk

venerdì 13 gennaio 2012

ALLERGIE, INTOLLERANZE E I CEREALI SENZA GLUTINE

Allergie Alimentari

100 ricette senza uova - Senza latticini -
Senza glutine - Senza frutta a guscio

Allergia ed intolleranza alimentare sono due fenomeni completamente diversi, con reazioni specifiche differenti.

Nelle allergie la reazione è a carico di cibi ingeriti saltuariamente, è immediata e violenta. È impossibile che questa risposta passi inosservata. Un esempio tipico può essere rappresentato da quello delle fragole. In persone allergiche, la fragola scatena subito un attacco di orticaria. Appare facile riconoscere il problema ed altrettanto chiara è la soluzione. È sufficiente  di evitare di assumere il cibo incriminato.

Tecnicamente si ha allergia solo ed esclusivamente se vi è nel sangue un eccesso di immunoglobuline E (IgE). Questi immunoglobuline, scoperte negli anni 60, sono anticorpi presenti oltre un certo valore nel sangue, si legano ad alcuni globuli bianchi ed in presenza dell’alimento che ha causato l’allergia (allergene) , producendo un fenomeno infiammatorio, con liberazione di istamina ed altri mediatori chimici.

Intolleranze Alimentari
Per quanto riguarda l’intolleranza alimentare, la situazione è ben differente, molto più subdola e può portare conseguenze anche più gravi nel lungo periodo. Infatti la reazione del nostro organismo avviene nei confronti di cibi che assumino regolarmente (come la pasta)  e non come avviene per le allergie, saltuariamente. Inoltre i cibi verso quale si manifestano intolleranza sono di uso comune .I più problematici sono il grano, il latte e il pomodoro.

Un’altra differenza tra allergia intolleranza alimentare sono i tempi di reazione. Mentre nell’allergia l’ azione del  sistema immunitario è pressoché immediato, nel caso dell’intolleranza alimentare i tempi di reattività sono decisamente più lunghi, fino a giungere anche alle 72 h dopo l’assunzione del cibo.

Tecnicamente si parla di intolleranze alimentari quando non è verificabile a livello ematico una produzione di anticorpi IgE, segnale che le reazioni immunitarie sono di tipo cronico e non immediate.

Il meccanismo che causa sia l’allergia che le intolleranze alimentari, è tuttavia simile. Infatti alla base sta il sistema immunitario che in presenza di alcuni alimenti li riconosce come se fossero estranei e di conseguenza, adotta delle reazioni più o meno modulate per combattere questi agenti estranei.

di Alessandro di Coste
FONTE : http://www.naturopataonline.org/articoli/33-allegie-intolleranze-diete/169-intolleranze-alimentari-e-allergie-ai-cibi-le-differenze/1.html


A Tavola senza Glutine

Tante ricette per ritrovare la buona cucina senza sacrifici

Quali sono i cereali senza glutine? Alcuni cereali contengono il glutine, proteina dei cereali che ha effetto allergizzante per molti. Per evitare problemi di celiachia o intolleranze si possono consumare altri cereali che non lo contengono, come miglio, quinoa ,grano saraceno, amaranto

Che cos'è il glutine

Alcuni cereali contengono il glutine, un complesso proteico ricco di acido glutammico, la cui caratteristica è la collosità. Nel corso dei secoli l' uomo ha abusato nel consumo di tali cereali, e specialmente nel modo occidentale, rendendo di fatto sempre più persone letteralmente allergiche al glutine o intolleranti. ( per capire la differenza tra allergia e intolleranza rimando a questo articolo).

La celiachia, che è una vera e propria malattia non è da sottovalutare. Anche le intolleranza, più subdlole ma comunque pericolose nel lungo termine, con sintomi tipici, gonfiore, dolori addominali, cefalea.

Per non avere disturbi, è sufficiente consumare cereali che non contengono glutine. Fortunatamente ce ne sono parecchi, vediamoli.

Miglio integrale
Ottima alternativa al frumento: non contiene glutine. Contiene più proteine del frumento ed è un 'ottima fonte di vitamine del gruppo B, fosforo e magnesio (di cui siamo spesso in carenza). Come tutti i cerelai integrali è anche un 'ottima fonte di fibre alimentari.

Una controindicazione del miglio è per chi soffre di ipotiroidismo a causa di una sostanza che interferisce con l' ormone tiroideo. ( per uso quotidiano)

Quinoa
La Quinoa è il meno allergizzante tra i cereali. Ricchissima di magnesio e manganese e proteine. Non mancano le vitamine B2 e E, ferro, rame, fosforo e zinco. Il contenuto di proteine è straordinariamente alto con amminoacidi di qualità. (ideale per vegetariani e vegani)

Grano Saraceno
Il grano saraceno, privo di glutine, contiene il 15/20 % di proteine ed e ricco di rutina, un bioflavonoidi che rinforzano i vasi sanguigni.

Amaranto
Viene utilizzato il seme, assimilabile al 90 % previa cottura (un valore altissimo!) Il suo contenuto di proteine è molto alto, contiene lisina e metionina, amminoacidi essenziali rari nei cereali. In combinazione con  altri cereali, fornisce un apporto proteico completo.

Riso integrale
Il contenuto di fibre e vitamine è presente solo nel riso integrale, ricco di vitamine del complesso B, giova al sistema nervoso e consumato regolarmente con il suo contenuto di fibre apporta benefici alla funzionalità del colon. ve ne sono molte varietà, ognuna più indicata alla stagione:

Riso corto --> autunno e inverno
Riso lungo --> estate
Riso basmati --> per chi è in sovrappeso o soffre di sovraproduzione di muco

di Simona Villa
FONTE: http://www.naturopataonline.org/articoli/33-allegie-intolleranze-diete/1862-quali-sono-i-cereali-senza-glutine-elenco-cerali-senza-glutine/1.html

giovedì 12 gennaio 2012

MOLTI TUMORI AL SENO INVASIVI, REGREDISCONO SE NON TRATTATI

Una nuova ricerca pubblicata su The Lancet Oncology descrive la storia naturale dei cancri al seno rilevata nel programma svedese di screening mammografico tra il  1986 e 1990, che ha visto coinvolte 650.000 donne.

Dato che le lesioni al seno e i tumori e persino i cosidetti cancri al seno vengono rimossi invasivamente  e/o trattati prima che se ne possa determinare con certezza la gravità e minaccia sulla salute, c'è stata poca, se non assente, ricerca su cio' che accade  quando vengono lasciati stare, ovvero lasciati alla loro storia naturale.

Questo studio mostra per la prima volta  che le donne che avevano  maggiormente ricevuto uno screening al seno hanno avuto cancro al senso invasivo con una incidenza  cumulativa maggiore di 6anni rispetto al gruppo di controllo che ne aveva ricevuto molto meno. Lo studio ha cosi concluso:

"Dato che la incidenza cumulativa tra i controlli non ha raggiunto quella dei gruppi sottoposti a screening , crediamo che molti cancri al seno invasivi diagnosticati con ripetute mammografie non si possano poi piu' rilevare con uno screening alla fine di 6 anni; questo ci suggerisce che il decorso naturale di molti cancri al seno invasivi rilevati con screening, sia quello di regredire spontaneamente"

Dovremmo essere sorpresi?

Posto che il cancro al seno non è causato da una mancanza di screening al seno, o di chirurgia, o di radiazione, o di chemioterapia, non dovrebbe essere cosi difficile comprendere che se al corpo è data una opportunità di curare se stesso, spesso questi lo farà. Quindi quale miglior modo c'è di promuovere la guarigione se non quello di EVITARE procedure diagnostiche e chirurgiche NON necessarie nonchè esposizioni a sostanze chimiche e radiazioni?

Una nuova ricerca finanziata dal National Cancer Institute (USA ndt)  e pubblicata negli Annals of Internal Medicine, ha effettivamente rivelato che fare una mammografia annuale porta ad un aumento di rischio di risultati falsamente positivi e biopsie non necessarie, rispetto a mammografie fatte ogni 2 anni.

Dopo aver analizzato piu' di 386.000 mammografie di circa 170.000 donne in un periodo di 10 anni, lo studio ha trovato che il 61 percento di coloro che avevano ricevuto una mammografia annuale, almeno una volta venivano richiamate per un controllo, anche se non avevano un cancro. In aggiunta a queste, il 7-9 percento aveva ricevuto una biopsia non necessaria. Questo viene paragonato al 42 per cento e rispettivamente  al 5-6 per cento di donne che hanno fatto la mammografia ogni 2 anni.

Inoltre, la ricerca ha mostrato che le mammografie annuali non erano piu' efficaci nell'identificare cancri nello stadio avanzato, rispetto a quello dell'altro gruppo di "ogni 2 anni".

... i risultati generali hanno portato Rebecca Hubbard, a capo della ricerca, a dire che i falsi positivi sono semplicemente "una parte del processo dello screening mammografico" . Purtroppo questo significa anche che molte donne sono sottoposte ad uno stress maggiore nonchè a trattamenti potenzialmente invasivi e dannosi senza alcuna ragione !


TUTTO L'ARTICOLO ORIGINALE QUI:
http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2012/01/09/x-ray-mammography-screenings-finding-cancers-not-there.aspx?e_cid=20120109_DNL_art_1
traduzione e sintesi Cristina Bassi, www.thelivingspirits.net

Il Cancro e Tutte le Cosiddette Malattie Il Cancro e Tutte le Cosiddette Malattie- Breve introduzione alla Nuova Medicina Germanica

mercoledì 11 gennaio 2012

BRITISH AIRWAYS: 2 DONNE PILOTA SVENGONO CONTEMPORANEAMENTE IN CABINA, DIFFICILE NON PENSARE ALLA SINDROME AEROTOSSICA... .


due donne pilota svengono contemporaneamente; che curiosa coincidenza! Che cosa pensate sia successo? Che hanno fumato uno spinello assieme durante la delicata fase di decollo? Cerchiamo di essere seri: la coincidenza è strabiliante, ma chissà, magari i media diranno che hanno fatto uno spuntino assieme e che quello spuntino era avariato e che il sistema digestivo delle due donne per un caso incredibile ha agito con enorme sincronia facendole svenire nello stesso tempo ...

O forse molto più semplicemente accettiamo l'idea che a circa 2 km di quota passano continuamente degli aerei che lasciano scie bianche di veleni e che questo è un caso da manuale di sindrome aerotossica, dovuta all'attraversamento della zona di atmosfera ad alta concentrazione di composti tossici, scie chimiche (le "innocue velature"...)

Informatevi sulla sindrome aerotossica e provate a sbattere questa notizia sul naso di chi stenta a credere a quello che avviene nel cielo. Provate a chiedere loro che diavolo di spiegazione si danno del fenomeno.

Come si legge sul sito di Repubblica citato in apertura:

"Poco dopo il decollo, circa 15 minuti, molti passeggeri sono rimasti impietriti dalla voce accorata che arrivava dalla cabina di pilotaggio con cui si chiedeva "immediatamente" aiuto. E questo perché, avrebbero tutti scoperto soltanto al momento del rientro, la donna pilota al comando dell'Airbus 321 e la sua copilota avevano "quasi del tutto perso i sensi".

Fonte: lascienzamarcia

Nota: i casi di sindrome aerotossica, problema assai discusso in Germania, Regno Unito e Stati Uniti, ma pervicacemente sottaciuto nel nostro paese, si verificano sempre durante le fasi di decollo ed atterraggio, allorquando gli aerei attraversano quella zona di bassa atmosfera (circa 2.000 metri), spessa alcune centinaia di metri, ad alta densità di elementi tossici, dispersi da aerei militari, noti come "tankers chimici".

FONTE: http://straker-61.blogspot.com/

martedì 10 gennaio 2012

INGHILTERRA: MISTERIOSA INVASIONE DI SCHIUMA DAL MARE RICOPRE CASE E STRADE

Una schiuma misteriosa ingolfa  una città marittima del nord del Regno Unito:
Cleveleys, vicino a Blackpool. L'Oceano soffia schiuma  nella città

Thursday 29 December 2011 18.31 GMT

Mercoledi, una spessa coltre bianca si è depositata dolcemente lungo la zona costiera della città di Cleveleys vicino a Blackpool, ma non si è trattato di una stagionale spolverata di neve dall'alto.

L'Ente per l'Ambiente - The Environment Agency - ha inviato dei funzionari sulla Princess Promenade perchè raccogliessero prove delal schiuma soffiata dal mare  e che ha ricoperto strade, case e macchine.

Una o due volte l'anno, lungo la zona costiera della città, la schiuma viene "montata" da forti venti  ma poi svanisce in fretta: cosi ha detto un portavoce dell'agenzia  al T
he Guardian.

I trest di laboratorio fatti sui campioni raccolti negli anni passati non hanno trovato tracce di inquinamento. Il primo sospetto su questa schiuma quindi è che sia "materia di alga decomposta"

"Sembra che acacda naturalmente. Quando maree e venti si associano per "frullare" materia di alga morta dal fondo del mare, si produce questa schiuma, che è piuttosto incredibile - ha detto il portavoce


fonte: http://www.guardian.co.uk/environment/2011/dec/29/foam-seaside-town-lather-cleveleys?newsfeed=true
sintesi e traduzione Cristina Bassi, www.cafedehumanite.blogspot.com

VIDEOGAMES? ECCO I DANNI AL CERVELLO...

MILANO - Da tempo ci si chiede se l’eccessiva frequentazione del mondo virtuale dei video-games, soprattutto di quelli violenti, possa procurare danni cerebrali: adesso è arrivata la dimostrazione concreta che quelle paure non erano poi del tutto infondate perché in effetti cambiamenti della materia grigia si verificano, anche se forse è ancora troppo presto per sapere quanto siano dannosi. 

DOPO 10 ORE PERDI IL CONTROLLO -
Ad esempio bastano 10 ore di videogames violenti nell’arco di una settimana perché le aree cerebrali che tengono sotto controllo i comportamenti aggressivi riducano la loro attività: l’ha dimostrato con la risonanza magnetica funzionale uno studio dell’Università di Indianapolis presentato al congresso della Società di Radiologia di Chicago.

Volontari con età fra 18 e 29 anni in una settimana hanno giocato per 10 ore a videogames violenti con sparatorie e in quella successiva se ne se ne sono astenuti completamente: alla fine dei due cicli di videogames venivano sottoposti a vari test di stimolazione emotiva mentre l’attività del loro cervello veniva scandagliata con risonanza magnetica funzionale. La differenza è stata netta sia confrontando la settimana di gioco con quella di astinenza, sia facendo una confronto con soggetti di controllo che non avevano mai giocato. Il fatto che dopo l’astinenza l’attività cerebrale tornava a essere normale indica che esistono buone potenzialità di recupero, ma quello che ancora non sappiamo, dicono gli autori dello studio, è cosa può succedere al cervello con anni di sollecitazioni continue.

ALTERAZIONI BIOCHIMICHE -
Un altro studio delle Università di Amsterdam e di New York pubblicato su Science ha peraltro scoperto che i video violenti fanno riconfigurare il tipo di neuroni del cervello: esaminandolo con la BOLD-fMRI (una particolare risonanza che rintraccia eventuali variazioni biochimiche cerebrali, più o meno come fa la PET) si è visto infatti che aumentano i neuroni più adatti ad affrontare situazioni di attacco o fuga, come nella vita reale può accadere ad esempio in guerra.

Aumentano anche le connessioni fra quei centri cerebrali superiori (corteccia frontoinsulare, cingolare dorsale anteriore, inferotemporale e temporoparietale) e inferiori (amigdala, talamo, ipotalamo e mesencefalo) che costituiscono la rete nervosa che controlla il sistema autonomico neuroendocrino e la vigilanza. È stata anche esaminata la saliva di soggetti mentre guardavano alternativamente clip molto violente e clip che non lo erano affatto.

Solo in chi guardava clip violente è aumentata la noradrenalina, il neurotrasmettitore che caratterizza proprio i neuroni cerebrali di cui era stata osservata la fioritura con la BOLD-fMRI. La noradrenalina è fondamentale nella risposta generale allo stress perché incrementa l'attenzione e le reazioni di attacco o fuga (fight or flight) favorendo l’attivazione del sistema nervoso simpatico con aumento del battito cardiaco, rilascio di energia sotto forma di glucosio dai depositi corporei di glicogeno e aumento del tono muscolare. In sostanza anche dal punto di vista biochimico è un po’ come se il giocatore si trovasse davvero a combattere di persona nel videogame.

RISCHIO DI ASSUEFAZIONE DA VIDEOGIOCHI -
Un altro studio condotto su quattordicenni da ricercatori belgi, canadesi, francesi, inglesi, irlandesi e tedeschi pubblicato su Translational Psychiatry ha dimostrato che confrontando i giocatori casuali con quelli assidui, solo nel cervello di questi ultimi il cosiddetto striato appare più spesso a sinistra e si attiva maggiormente in caso di perdita, un fenomeno che si osserva anche in chi fa uso di cocaina, anfetamine o alcol.
Ciò sarebbe legato ad alterazioni della dopamina, il neurotrasmettitore del piacere, tant’è che i ricercatori ipotizzano una sorta di assuefazione da videogames per saturazione dei meccanismi di gratificazione e di compenso.

PIÙ AMICI PIÙ’ CERVELLO -
Ma se i video games cambiano alcune aree cerebrali apparentemente in peggio, i socialnetwork come facebook sembrano invece cambiarne altre in maniera verosimilmente positiva: lo ha dimostrato, sempre con la risonanza magnetica, un altro studio anglo-danese delle Università di Londra e di Aarhus pubblicato sui Proceedings della Royal Society of Biological Science. Le aree cerebrali interessate in questo caso sono principalmente la corteccia temporale media e quella entorinale, implicate rispettivamente nella percezione sociale e nella memoria associativa. Il volume di queste due aree aumenterebbe proporzionalmente al numero di amicizie virtuali intrecciate sul web cosicchè lo spessore del netwok sociale attivato on line risulta legato allo sviluppo delle strutture cerebrali implicate nella cognitività sociale. Insomma, più amicizie = più cervello.....



lunedì 9 gennaio 2012

GLI INTERROGATIVI DI UN MANUTENTORE DI AEREI, SU UN CERTO PICCOLO DISPOSITIVO SUL VELIVOLO...


La seguente testimonianza è la trascrizione di un file audio che è a disposizione delle autorità.

"Eh praticamente la questione [...] faccio il [...] e lavoro per [...] ed ho cominciato ad approfondire l'argomento e ti posso dire che ci sono state [...], a seguito della pubblicazione della foto del 737 della Ryanair con quel "piccolo sensore" (in realtà l'apparato misura circa 4 cm di diametro ed appare essere un tubo - n.d.r.), ho chiesto ai miei amici della manutenzione, che cosa fosse quell'apparecchio e mi hanno detto che era un sensore di pressione.

Tanto è vero che mi sono fatto aprire il motore e poi sono capitati a [nome dell'aeroporto] altri aerei di altre compagnie anche charter che avevano un apparato leggermente diverso... non un tubo di Venturi, ma quasi con qualche modifica. Così ho chiesto al solito mio contatto: "Ma di che cosa si tratta?" e l'ho visto un po' cambiato... un po' perplesso. Dopo qualche giorno, mi ha chiamato il responsabile della sicurezza dell'aeroscalo e mi ha invitato a non interferire, a non indagare su argomenti che esulano dalla mia mansione, perché quella è una cosa più tecnica, a livello di management, competenza di tecnici, ingegneri che lavorano sull'impiantistica di bordo.

Questo personaggio mi ha invitato a desistere, a non eseguire ulteriori indagini ed a non scattare fotografie. La cosa sembrava finita lì. Dopo qualche giorno, però, mi ha contattato un'altra persona che mi ha quasi minacciato, invitandomi ad evitare assolutamente ad interessarmi di alcune cose, pena sanzioni o addirittura allontanamento dal posto di lavoro e guai seri che avrei passato io etc. etc. Suppongo che questa persona sia stata mandata appositamente e che faccia parte dell'organizzazione, probabilmente internazionale etc. etc. Forse credo che ci siamo capiti. Da quel momento in poi purtroppo ho dovuto abbandonare la questione ed ho notato di essere controllato a vista.







FONTE: http://www.tankerenemy.com/2011/12/un-testimone-chiave-conferma-sono.html

domenica 8 gennaio 2012

PERCHE' IL VINO CONTIENE COSI TANTI SOLFITI?

I solfiti sono composti praticamente sconosciuti a gran parte delle persone, a meno che non soffrano di allergie o asma. Inconsapevolmente ogni giorno ne assumiamo in quantità elevate, infatti sono largamente usati nel campo alimentare come conservante per evitare effetti indesiderati e aumentare la durata dei prodotti.
Infatti sono largamente usati sia nel campo alimentare che farmaceutico come conservanti (azione antisettica), antiossidanti, coloranti e per ridurre l’imbrunimento di molti cibi.
Molte volte vengono usati anche nel materiale di imballaggio come cellofan per ridurre al minimo il deterioramento degli alimenti. 

Gli alimenti che contengono questo additivo sono molteplici, ne riportiamo una breve lista:
-vino
-birra (meno frequente) alcolica e non alcolica
-alcuni cereali che contengono aggiunte di amidi particolari
-prodotti di salumeria
-Succhi di frutta
-frutta disidratata
-marmellate
-insalate e macedonie in ristoranti e alberghi (in alcuni casi vengono usati degli spray per evitare che imbruniscano, mantenendo cosi un aspetto "fresco")
-frutta secca

La soglia massima di assunzione giornaliera è posta tra 0 e 0,7mg per kg di peso ideale, che può essere tranquillamente superata a causa dell’ubiquità di tale additivo, soprattutto nei forti consumatori di frutta secca e vino. Negli adulti la maggior fonte di solfiti è rappresentata proprio dai vini.
Tenete presente ad esempio che un uomo di 70 kg può al massimo assumere 50 mg di solfiti al giorno ed un vino in media ne contiene 150mg/l, quindi con 330ml raggiunge la dose massima consentita al giorno, senza tener presente che i solfiti si trovano in moltissimi altri cibi che quotidianamente si consumano.

Perché il vino contiene cosi tanti solfiti?
I solfiti nel vino vengono aggiunti sotto forma liquida, gassosa o solida (metabisolfito di potassio) per esplicare le seguenti funzioni: 
-Antisettica: interferisce sulle funzioni vitali dei microrganismi, inibendoli o provocandone la morte. Essa si comporta in modo selettivo, colpendo prima i batteri, poi i lieviti, per cui, a seconda delle quantità adoperate, può essere impiegata per eliminare solo i primi od entrambi.
-Antiossidasica: inibisce gli enzimi ossidatici tirosinasi e laccasi. Un vino non ha l’obbligo di riportare in etichetta la dicitura solfiti, quando la loro concentrazione non è superiore a 10mg/l.

Tenete presente che ottenere un vino con zero solfiti è quasi impossibile, in quanto i lieviti ne producono naturalmente una piccola quantità. La cosa però sulla quale vi invito a riflettere è che se un vino contiene 11g/l di solfito oppure 250g/l voi non lo saprete mai, perché in etichetta non è obbligatorio riportare le quantità, ma piuttosto i produttori sono obbligati a segnalarne la presenza.

Quindi in situazioni di incertezza, o si conosce direttamente il produttore, oppure se si va alla cieca conviene orientarsi verso prodotti senza solfiti aggiunti, che per fortuna esistono in commercio.
Ad esempio il sito senzasolfiti.it è la prima enoteca on line specializzata nella vendita di vini senza solfiti.

Quali effetti ha l'anidride solforosa sulla salute?
L’anidride solforosa provoca vari disturbi, infatti influenza negativamente l’assorbimento della vitamina B1, provocando irritazioni gastriche e il famoso cerchio alla testa (anche se alcuni autori non sono d’accordo).
In particolare i solfiti sono molecole che creano reazioni non allergiche ma reazioni di sensibilità. In particolare può causare disturbi respiratori in soggetti asmatici pochi minuti dopo l’ingestione di alimenti che contengono solfiti (Halpern GM et al, 1985 Annals of allergy).

Altri lavori hanno confermato gli effetti avversi che i solfiti procurano al corpo (es. H. Vally et al; Clinical effects of sulphite additives, Clinical & Experimental Allergy, 2009). Resta solo che chiedersi se siano veramente necessari e se l’industria alimentare non debba rivedere le proprie posizioni su questo additivo.

Inoltre l'anidride solforosa può apportare anche questi effetti indesiderati:
-Anormale apporto di ossigeno al sangue con conseguente cefalea
-inibizione della secrezione della pepsina (enzima proteolitico dello stomaco)
-irritazione della mucosa gastrica con conseguente nausea e vomito
Quindi impariamo per prima cosa a bere sano e naturale con i vini senza solfiti, e inoltre impariamo a leggere le etichette dei prodotti quando andiamo a fare la spesa. I solfiti sono additivi e come tali la loro aggiunta va segnalata sotto forma di sigla (E che indica la sigla dei conservanti).
Inoltre tutti i vini alla quale sono stati aggiunti i solfiti riportano la scrittura "Solfiti Aggiunti".

La sigla sugli alimenti compresa tra E220-E228.
E220 Anidride Solforosa
E221 Sodio Solfito
E222 Sodio Solfito Acido
E223 Sodio Bisolfito
E224 Potassio Bisolfito
E226 Calcio Solfito
E227 Calcio Bisolfito Acido
E228 Solfito Acido di Potassio

Se ci tenete alla vostra salute, ora che lo sapete iniziate a controllare le etichette dei cibi che normalmente consumate, e se siete consumatori abituali di vino (soprattutto vini bianchi) prendete in considerazione il consumo di vini senza solfiti aggiunti.

Fonte: altrasalute.it. Tratto da: http://www.ecplanet.com/node/2957