IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

SAI BENE L'INGLESE?

Se sai bene la lingua inglese? Vuoi dare una mano anche tu a tradurre articoli dalla stampa internazionale non mainstream? Divulgare conoscenza e verità occultate, è un contributo al RISVEGLIO della consapevolezza collettiva. Contatto: academy@thelivingspirits.net. Grazie

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Translate

venerdì 30 settembre 2011

CACCIATORI O IDIOTI?

Riapre la caccia, rispuntano i richiami illeciti.
Tre sequestri delle Guardie per l'Ambiente.

Neppure il tempo di inaugurare la stagione venatoria che immediatamente spuntano i richiami illeciti sonori utilizzati dai bracconieri per attirare le prede più facilmente.
Sono 3 quelli rinvenuti nell'ultimo fine settimana dalle "Guardie per l'Ambiente" di Corato in seguito a un'apposita attività di monitoraggio.

Le tre "macchinette infernali", utilizzate nella fattispecie per attirare illegalmente le quaglie, sono state ritrovate nella contrada coratina "Posta del Canale" e nelle zone "Murge di Toro" e "Viale delle Volpi", in agro di Andria. In particolare, uno dei richiami era stato letteralmente imbracato a un albero con un arco di acciaio temperato, quasi fosse una cassaforte. Per scardinarlo, le guardie hanno dovuto prima segare l'acciaio e poi disinnescare il richiamo.

Una volta smontati, i tre marchingegni sono stati tutti sequestrati, il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, dottoressa Carmela Bruna Manganelli, ne ha già disposto la confisca e l'immediata distruzione.

Il fine settimana amaro per l'ambiente del territorio non è terminato con il ritrovamento dei richiami da caccia illeciti. Nel corso della loro attività di prevenzione, le "Guardie per l'Ambiente" hanno infatti rinvenuto anche le carcasse di 3 auto.Due delle tre vetture sono risultate rubate ad Andria e a Bisceglie alla fine di aprile, mentre la terza era del tutto irriconoscibile. Dopo le auto, le guardie si sono imbattute anche in una piccola discarica a cielo aperto in cui è stata riscontrata la presenza di numerose "onduline", realizzate in cemento pressato e guarnite con amianto e filamenti ferrosi. Nella zona c'erano anche diversi residui di un incendio di pneumatici. Il sito è stato segnalato alle autorità competenti, con annessa richiesta di bonifica.

"Purtroppo, con eccessiva frequenza, ci troviamo di fronte a episodi di aggressione agli animali e all'ambiente", spiega Pasquale Laterza, responsabile delle "Guardie per l'Ambiente".. "Si tratta di fenomeni che si manifestano come una vera e propria emorragia di illegalità e che meriterebbero più attenzione da parte di tutti, a partire dalla pubblica amministrazione", conclude.

La Murgia, quindi, si conferma "terra di nessuno", insomma luogo ideale per i malintenzionati che hanno qualcosa da nascondere.  

fonte: Giuseppe Cantatore - La Gazzetta del Mezzogiorno 29/09/11

mercoledì 28 settembre 2011

LE NOSTRE ORIGINI UMANE: QUALI VERAMENTE?


E’ un percorso d’indagine scientifica, filologica, storica e letteraria alla ricerca della verità circa le origini del genere umano. Un percorso in cui il lettore viene portato per mano alla ricerca di un crescendo di tracce da seguire, indizi da trovare e testimonianze da acquisire agli atti di un ipotetico processo contro l’occultamento della verità, nascosta o semplicemente taciuta: un viaggio verso la Conoscenza.
Il tutto con un linguaggio semplice e comprensibile.

La scrupolosità con cui vengono condotte le indagini conduce il lettore a prendere conoscenza e coscienza che il contenuto di alcuni importanti testi trae la sua origine effettiva dall’antico popolo Sumero, una popolazione che, come riportato nel libro, era depositaria di conoscenze incredibili ed impensabili per l’epoca neolitica in cui venivano espresse.

Le narrazioni provenienti dalla terra di Sumer sono state qui più volte sottoposte ad analisi e verifiche di autenticità. I risultati descritti si sono rilevati positivi. Ciò ha permesso di confermare la straordinaria conoscenza sapienziale dei loro autori, un popolo che, non dimentichiamolo, ha inventato la scrittura, la ruota, la città, la musica, ed altro ancora. Tale condizione di estrema affidabilità dei racconti accadici, ha consentito di procedere nell’attività investigativa avvalendosi di un testimone di indubbia attendibilità: il popolo sumero, del quale viene anche affrontata la centenaria questione delle sue “enigmatiche” origini. E’ in questo contesto che, alla luce di dimenticati ma ritrovati studi accademici, viene qui riproposta la più che probabile soluzione rivelatrice.

Il Progetto”, come nell’ultimo capitolo della Parte II di questo lavoro è stata ribattezzata la creazione del genere umano, è preceduto da un opportuno “antefatto” quale causa-effetto della conseguente azione. Esso altro non è che la chiara, lucida e precisa descrizione del perché, quando e come si procedette alla realizzazione di un essere lavoratore essenziale ed ubbidiente: l’uomo primitivo, lo "schiavo degli dei".

Schiavi degli Dei 

Schiavi degli Dei - l'Alba del genere umano 

di Biagio Russo, nato nel 1958 in Umbria e vissuto per diversi anni in Toscana, ha trascorso la sua gioventù da musicista trasformando in professione una delle sue primarie passioni. Gli studi tecnici lo hanno poi portato a lavorare nel mondo finanziario-bancario. Però, l’interesse per l’ignoto, per i misteri di cui la Terra è ancora tenace custode, sono stati il filo conduttore, l’amore irrinunciabile e coinvolgente della sua vita, alla ricerca di quelle soluzioni ammantate dal mistero, ma talvolta così evidenti.

ARTICOLO CORRELATO:
 QUELLE "CREATURE" CHE RENDONO SCHIAVO L'ESSERE UMANO
estratti dalla traduzione italiana di una intervista del 1999 che Rick Martins (Usa) ad un grande anziano di saggezza e conoscenza, lo sanusi (shamano) Zulù Credo Mutwa

FOTO KIRLIAN RIVELA CAMPO VITALE SU CIBI BIOLOGICI E CRUDI



E' piuttosto facile dedurre che il cibo biologico o il cibo crudo sia più benefico di quello precotto o processato industrialmente o contaminato da sostanze chimiche

Tuttavia non tutti considerano che si può misurare il campo di energia di questi cibi.  Il video di cui sopra è una interessante testimonianza in tal senso, attraverso l'uso della fotografia Kirlian. Quest'ultima si riferisce ad una forma di fotogramma fatto con un voltaggio. La metodologia prende il nome da Semyon Kirlian, che 1939 accidentalmente scoprì  che se un oggetto  su una lastra fotografica viene collegato ad una fonte di voltaggio, fa sì che si produca una immagine  sulla lastra fotografica (Wiki).

Il cibo crudo mostra un flusso vibrante di energia, mentre quello cotto una chiara riduzione e squilibrio nel suo campo. Una mela bio fresca viene paragonata ad una commerciale normale. Sebbene entrambe mostrino un forte campo di energia, quello della mela bio è più uniforme  e completo.


martedì 27 settembre 2011

LE CELLULE TUMORALI DEL PANCREAS PROLIFICANO COL FRUTTOSIO

Le cellule tumorali del pancreas usano il fruttosio per proliferare e dividersi, questo quanto hanno detto dei ricercatori USA di recente, in uno studio che ha messo alla prova il sapere corrente che tutti gli zuccheri siano la stessa cosa.
La scoperta dei ricercatori, pubblicata  nella rivista Cancer Research, può essere utile per spiegare altri studi che hanno correlate l’uso del fruttosio con il cancro al pancreas, uno dei tipi più mortali.
 “Queste scoperte indicano che le cellule tumorali  possono metabolizzare prontamente il fruttosio  per aumentare la proliferazione” ha scritto il  Dr. Anthony Heaney del UCLA’s Jonsson Cancer Center.
“Queste scoperte sono determinanti per i pazienti di cancro a cui viene data una dieta a base di fruttosio raffinato ed indicano che gli sforzi per ridurre l’assunzione di fruttosio raffinato o inibire le azioni da esso mediate, possono arrestare la crescita del cancro  
Troppo zucchero, di ogni tipo, non solo aggiunge chili, ma è anche un colpevole-chiave  nel diabete, nei disturbi cardiaci e nell’infarto, secondo la American Heart Association.
Le cellule tumorali prosperano con lo zucchero ma usano il fruttosio per proliferare. “Il metabolismo del fruttosio e del glucosio, sono molto differenti ,” ha detto il team di ricerca di  Heaney’s
Negli USA il consume di fruttosio-sciroppo di mais è salito del 1000 percento tra il 1970 e 1990, cosi hanno riportato dei ricercatori  nel 2004 all’ American Journal of Clinical Nutrition.
fonte : http://www.msnbc.msn.com/id/38528161/ns/health-cancer/
Traduzione e sintesi Crisitina Bassi, http://www.thelivingspirits.net/

lunedì 26 settembre 2011

ITALIA: LA SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI FARMACI SU VOLONTARI -SANI

martedì 27 settembre all'aula della Camera va al voto la delega al Governo in materia di sperimentazione clinica dei farmaci.  

Disegno di legge 4274-A, presentato dal Ministro della Salute Fazio, con parere favorevole della Commissione Affari Sociali: Art 1Il Governo è delegato ad adottare, entro nove mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, uno o più decreti legislativi... in materia di sperimentazione clinica dei medicinali per uso umano”.

Un Parlamento che delega il Governo a legiferare in proprio su sperimentazione medica a carico di tutti i cittadini italiani non è un Parlamento, ma un'accolita di irresponsabili che votano per la sudditanza della Sanità al soldo, aprendo un nuovo mercato che riduce gli italiani a cavie al servizio delle case farmaceutiche. La Delega prepara e sancisce la dittatura sanitaria. 
Nei principi di delega, si afferma che tale riassetto “è da realizzarsi in conformità alle disposizioni (esigenze?) dell'Unione Europea

Il Governo individuerà i Centri pubblici e privati autorizzati alle sperimentazioni dalla fase 0 alla fase IV con particolare sostegno, attivazione e promozione dei Centri Clinici dedicati agli studi di fase 0 e fase I, quindi quelli per la sperimentazione su “volontari” sani.
 

Si ribadisce che la delega riguarda “azioni mirate per evitare una perdita della quota di ricerca clinica nazionale a favore di quei Paesi dotati di contesti procedurali ed economici più “attrattivi” nel settore delle ricerche early phase” cioè di fase 0 e fase I (sul volontario sano). Ci dicono che gli italiani non lo farebbero per soldi né per miseria, ma per bontà, come già fanno cedendo da viventi sani un rene, parte di fegato e prossimamente di polmone, a degli estranei. 



Il Governo istituirà con Decreto un Comitato Nazionale delle Politiche di sperimentazione clinica dei medicinali; fonderà la banca dati nazionale che dialogherà con la banca dati europea e con l'osservatorio nazionale; ridurrà il numero dei Comitati Etici da 269 a 110 circa, collegandoli alla rete informatica del Comitato Nazionale; avvierà procedure informatizzate per la gestione della documentazione e della notifica delle reazioni e degli eventi avversi verificatisi nella attività di sperimentazione. Per quanto attiene le responsabilità professionali però, è stabilito che sono coperte dal segreto professionale e d'ufficio.  

I decreti legislativi del Governo saranno su proposta del Ministro della Salute di concerto con il Ministro per le Politiche Europee in primis e in subalternità con gli altri Ministri. Gli schemi dei decreti di Governo saranno trasmessi alla Camera dei Deputati per pareri entro 40 giorni, decorso tale termine i decreti saranno considerati validi. Comunque il Governo anche dopo l'emanazione potrà adottare disposizioni integrative e correttive.

E' stato ribadito più volte nel DDL che da tutto ciò non dovranno derivare oneri alla finanza pubblica. Allora chi paga? E quali vantaggi ne traggono gli italiani?

Nella premessa c'è la risposta: tale legge avrà importanti ricadute sul piano occupazionale per gli sperimentatori che per lavorare non dovranno migrare potendo restare in Italia (dove ci sono le cavie). 

Inoltre si afferma che la sperimentazione costituisce un'entrata aggiuntiva e alternativa per l'amministrazione sanitaria. Già ora “per ogni sperimentazione viene stipulato un contratto tra sponsor e amministrazione sanitaria locale; quest'ultima quando riceve il compenso per la prestazione sperimentale, trattiene una quota e trasferisce il residuo nella retribuzione dello sperimentatore”. 

Anche nei principi di delega si stabilisce che rimarrà in capo al direttore generale della struttura sanitaria coinvolta nello studio la firma della convenzione economica. 

Tra i principi di delega è introdotto anche il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) personale che è alimentato in maniera continuativa dai medici curanti ed utilizzato nella ricerca. 

Il Parlamento ha già tradito molte volte delegando il Governo in materia di sanità. Gravissimo quando ha ceduto nel 1993 al Ministro della Sanità e sue lobby il potere di definire modalità e tempi per la dichiarazione autoritaria di “morte cerebrale”e successive variazioni, da cui il Decreto del Min. Raffaele Costa nell'agosto del 1994 e successivo diktat peggiorativo della Min. Livia Turco nell'Aprile 2008. La la strada è aperta al possibile artificio mortifero dell'attuale o prossimo Ministro. 

Se abbiamo ben capito, la delega al Governo per la sperimentazione clinica dei medicinali è così assoluta ed i principi di delega così generici, che non ci stupiremmo se il Governo usasse questo potere per decretare l'uso dei corpi in cosiddetta “morte cerebrale” da tener vivi per un anno per esercitazioni chirurgiche, chimiche e radiologiche: proposta di legge che balla in Parlamento dal 2004, da noi stigmatizzata per la sua abiezione in due Audizioni presso la Commissione Affari Sociali.

Neppure ci meraviglieremmo se il Governo decretasse la forma delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) per superare e tacitare l'opposizione all'alimentazione e idratazione forzate su persone in stato vegetativo; o peggio decretasse l'uso di farmaci sperimentali di massa, come già fatto col vaccino anti-HPV di fatto imposto a tutte le bambine italiane. 


Un'impostazione da 1984 (Orwell) che vede le dirigenze politico-economiche accordarsi tra loro su come piegare tutti quanti alle logiche del profitto, camuffando le intenzioni con la promessa di un portale informatizzato per il cittadino che, lungi dal facilitargli la vita, sarà solo fonte di pubblicità, condizionamento e “reclutamento”.


Nerina Negrello -Presidentehttp://www.antipredazione.org/
Puoi sostenere l'Associazione diventando socio o dando un  libero contributo:
- Conto Corrente Postale  n° 18066241 intestato a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi - Bonifico bancario IBAN IT35 S076 0111 1000 0001 8066241 su conto corrente presso Banco Posta - Assegno Bancario non-trasferibile intestato a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi

domenica 25 settembre 2011

SCIE CHIMICHE, GLOBAL WARMING, RADIOFREQUENZE E DANNI AL SISTEMA NERVOSO

La Dottoressa Rosalie Bertell, è epidemiologa ambientale, direttrice della Commissione Medica Internazionale di Bhopal, Membro fondatore del "Istituto Internazionale della Preoccupazione per la Salute Pubblica" (International Institute for Concern on Public Health) con sede a Toronto. Riconosciuta dall'ONU e da altre istituzioni internazionali come esperta di questioni militari.


Rosalie Bertell: "(...) c'è sempre una propaganda, l'esercito ha sempre il suo modo di dirti che sta facendo qualcosa di buono e così una delle spiegazioni a tutto questo è che si sta ponendo rimedio al riscaldamento globale, e che spargendo metalli nell'aria (con le scie chimiche ndr) essi possono riflettere i raggi del sole di modo che si allontanino dalla terra, e così questo è uno tentativo di raffreddare la terra.


Non ha molto senso, se guardate la superficie dell'aria sopra una città e guardate queste linee, esse non possono riflettere molto la luce del sole. Quindi io non credo molto a questo [che serva a contrastare il global warming]". [In realtà vengono segnalati tra i composti delle scie chimiche anche il biossido di zolfo e l'esafluoruro di zolfo, entrambi gas serra, che quindi contribuiscono al riscaldamento dell'atmosfera, sebbene qualcuno li indichi come composti da irrorare nell'atmosfera terrestre per contrastare il fantomatico riscaldamento globale - N.d.T.]


Rosario Marcianò: "Perché vengono usati questi metalli? Perché le scie chimiche funzionano nell'ambito dell''attività di HAARP. Le scie chimiche servono come corridoio elettromagnetico per queste onde che vengono usate dalle stazioni HAARP, come quella a Gakona.


Rosalie Bertell: Io sono andata in Alaska a vedere il progetto HAARP. E' una serie di antenne di trasmissione alte 25 metri e disposte in un rettangolo, come su una griglia. E' un'enorme serie di antenne. Esse sono sincronizzate, così possono concentrare un fascio, una radiofrequenza, sulla ionosfera. Essi inviano questi raggi anche sulle persone, ad una frequenza veramente bassa, molto spesso nel range delle frequenze del sistema nervoso, la qual cosa è molto preoccupante.


Rosario Marcianò: "Infatti si è recentemente verificato che le frequenze che vanno dai 3 ai 12 Hertz possono influire sull'umore. Intanto possono interferire sulla fase REM quindi sul sonno e sul sogno, inibire il sogno o far sì che il sogno sia differente. Possono fa sì che una persona possa diventare depressa apatica, allegra, violenta; dipende dalla frequenza che viene sparata e riflessa con le scie chimiche verso il terreno e quindi verso i cittadini.
Cosa fondamentale che avranno notato in molti è che le irrorazioni si fanno molto pesanti, vengono attivate, proprio sopra i centri abitati, e quindi io penso che l'obiettivo principale non sia tanto la modificazione climatica, che è una conseguenza delle attività di irrorazione, ma il controllo della popolazione attraverso sistemi diversi". [per approfondimenti sulla manipolazione mentale anche a mezzo di onde elettromagnetiche vedi uno dei tanti brevetti e tutti gli altri articoli su questo blog - N.d.T.]

PREVISIONI SCIE CHIMICHE








ARTICOLI CORRELATI:

DR SIRCUS SULL' AUTISMO: LA CAUSA? LE TOSSINE DALL'ESTERNO


l'AUTISMO è tra noi perchè è il risultato dell'esperimento, in corso da 50anni, di gettare su ogni essere vivente un carico enorme di sostanze tossiche, vaccini inclusi" Dr. Gregory EllisHo scritto per anni sui vaccini e molte altre tematiche che circondano la cura pediatrica (si veda Humane Pediatrics ndt). Molti anni fa scrissi un saggio sullo spettro dei disturbi austistici e lore cause molteplici e ora sembra che la scienza medica stia iniziando a comprendere come la nostra civiltà abbia contribuito a questa gigantesca epidemia.
Il New York Times  indica che, come causa dell'autismo, un nuovo studio sui gemelli fatto a suo tempo, suggeriva che fattori ambientali-esterni, incluse le condizioni nell'utero, possano essere almeno tanto importanti quanto quelli genetici. Dei modelli matematrici indicano che solo il 38percento dei casi studiati potevano essere attribuiti a fattori genetici, mentre i fattori esterni-ambientali sembravano all'opera nel 58per cento dei casi. 

Si valuta che almeno l'1 percento della popoalzione nel mondo avanzato, soffra di autismo. In alcuni luoghi come gli USA e la Corea del Sud, per esempio, il numero è decisamente più terrificante. 
Come ha detto il Times: “Solo alcuni decenni fa, gli psichiatri pensavano che l'autismo fosse causato da una carenza di calore materno". Mentre quel concetto è stato poi scartato in nome di spiegazioni genetiche, ora cresce l'opinione che i geni non raccontino tutta la storia, in parte perchè i tassi di autismo sembrano aumentati più velocemente di quando evolvono i geni.  “Penso che ora comprendiamo che sia fattori genetici che ambientali  devono essere considerati seriamente,”  ha detto il Dr. Joachim Hallmayer.

Un altro recente studio ha visto che c'è un rischio elevato di autismo in bambini le cui madri hanno preso un famoso tipo di antridepressivo durante l'anno prima del parto. Farmaci come Prozac, Zoloft, Celexa aumentano il rischio di autismo in bambini le cui madri li hanno usati 1 anno prima del parto.
I fattori ambientali, come causa di autismo, di cui parlano i ricercatori, sono soprattutto i veleni dell'ambiente a cui il feto è esposto causa una contaminazione della madre, contaminazione che lui riceve attraverso il cordone ombelicale Si tratta delle sostanze chimiche, di migliaia di queste sostanze: metalli pesanti come il mercurio e un giorno i ricercatori parleranno anche di radiazioni da particelle assorbite internamente che causano anche seri problemi neurologici nei giovani.
Secondo la National Academy of Sciences (NAS), ogni anno nascono 60.000 bambini americani  con problemi neurologici, causati da esposizione prenatale a composti al metilmercurio, dai carburanti fossili all'inquinamento industriale.[3] The World Health Organization (Organizzazione Mondiale della Sanità) stima che l'inquinamento dell'aria  uccida approssimativamente 3milioni  di persone all'anno.4] Gli inquinanti nell'aria è noto che producono costrizione alle arteriee, riducono il flusso sanguigno e l'apporto di ossigeno al cuore e così anche al cervello. Importante poi da sapere è che gli inquinanti trovati nell'aria non hanno un livello di sicurezza: danneggiano gli umani anche a livelli molto bassi[5] 
Il mercurio altera i sistemi biologici. (...) Induce un cambiamento nella struttura cellulare, interrompendo serie reazioni di trasferimento di elettroni, facendo si che le cellule siano percepite come estranee dal sistema immunitario -difensivo- e riparatore del corpo
Dr. Rashid Buttar

Ciò che è evidente in casi seri di autismo, è simile ai sintomi  riscontrati nell'avvelenamento da mercurio. “Migliaia di genitori hanno viso una regressione di abilità  nei loro bambini  a seguito di vaccini che contengono timerosal,” dice Jo Pike, Presidente della National Autism Association. “Molti di questi bambini migliorano rapidamente con interventi biomedici che hanno per obbiettivo il mercurio.”[9] (..)
Accade che ci siano molti genitori  che piangono per ciò che i pediatri hanno fatto ai loro figli. Ma i vaccini sono il sacro graal per questi medici e questi ultimi difenderanno se stessi e i loro vaccini, a volte letali, fino al loro ultimo respiro
Non importa quanti bambini vengono danneggiati da un vaccino, questi medici diranno sempre di avere eccellenti dati di sicurezza: questo tra i molti insulti tossici che i bambini devono affrontaree. Coloro che li amministrano loro e ne parlano bene, devono essere visti come terroristi che si specializzano nell'attaccare i bambini. Anche mentre la civiltà è minacciata dal collasso, questi mantengono il loro attacco e le urla si sentono nei Cieli. Il mio primo libro sui vaccini si intitolava: Cry of the Heart (pianto del cuore) ed il mio secondo, disponibile per un download FREE, si intitola: The Terror of Pediatric Medicine. (IL TERRORE DELLA MEDICINA PEDIATRICA)

by Dr. Mark Allan Sircus, Ac., OMD, DM (P)
Director International Medical Veritas Association
Doctor of Oriental and Pastoral Medicine http://publications.imva.info/ - http://blog.imva.info/
traduzione e sintesi, Cristina Bassi
PS: scusate la impaginazione, ma casualmente... è stato un inferno  tecnico!

3] Andersen, Glen. Finding the Causes of Childhood Diseases. June 2001 State Legislatures magazine

[4] World Health Organization. Air pollution kills an estimated 2.7 million to 3.0 million people every year--about 6% of all deaths annually http://www.findarticles.com/p/articles/mi_m0856/is_3_28/ai_69434544
[5] Public Health and Economic Consequences of Methyl Mercury Toxicity to the Developing Brain Leonardo Trasande; Philip J. Landrigan; Clyde Schechter; Environ Health Perspect. 2005; 113 (5): 590-596. ©2005 National Institute of Environmental Health Sciences.  http://www.medscape.com/viewarticle/504642_1  

Le Vaccinazioni Pediatriche Le Vaccinazioni Pediatriche - Revisione delle conoscenze scientifiche 

sabato 24 settembre 2011

giovedì 22 settembre 2011

ALLE MUCCHE, FRANCESI, PIACE IL JAZZ...


La New Hot 5, una banda musicale di jazz americana suona per una mandria di mucche ad Autrans, Francia.

POST CORRELATI  INERENTI AGLI ANIMALI

martedì 20 settembre 2011

BRUCE LIPTON: CANCRO E REMISSIONE SPONTANEA

 

La remissione spontanea: ogni giorno a migliaia di pazienti viene comunicato: «Abbiamo tutti gli esami, e le scansioni diagnostiche concordano… mi dispiace; non possiamo fare nient’altro. È ora che lei torni a casa e sistemi i suoi affari perché la fine è vicina». Per la maggior parte dei pazienti con una malattia terminale, come per esempio il cancro, è così che recita il loro atto finale. Tuttavia c’è chi, pur avendo una malattia terminale, esprime una opzione più inusuale e felice: la remissione spontanea. Un giorno costoro sono malati terminali, il giorno seguente non lo sono. Incapaci di spiegare questa sconcertante eppur ricorrente realtà, i medici convenzionali in tali casi preferiscono concludere che la loro diagnosi era semplicemente sbagliata, a dispetto di quanto esami e scansioni rivelavano

Secondo Lewis Mehl-Madrona, autore di Coyote Medicine, la remissione spontanea è spesso accompagnata da un “cambiamento di storia” . Molti acquisiscono potere attraverso l’intenzione di essere in grado di scegliere una sorte diversa contro tutte le probabilità. Altri semplicemente abbandonano il vecchio stile di vita con i suoi intrinseci stress, immaginando di potersi invece rilassare e godere il tempo che rimane loro. 

In qualche modo, nell’atto di viversi semplicemente la vita, la loro malattia trascurata svanisce. Questo è l’esempio supremo del potere dell’effetto placebo, quando non è nemmeno necessario prendere una pillola di zucchero!
 
Ed ecco qua un’idea assolutamente fantastica: invece d’investire tutti i nostri soldi nella ricerca di elusivi geni che preverrebbero il cancro e di farmaci percepiti come proiettili magici che curano senza effetti nocivi, non sarebbe logico dedicare anche seriamente l’energia allo studio del fenomeno della remissione spontanea e degli altri estremi capovolgimenti della medicina associati con l’effetto placebo? Ma dato che le compagnie farmaceutiche non sono ancora riuscite a escogitare un modo per confezionare o prezzare la guarigione mediante placebo, esse non hanno alcun motivo per studiare questo innato meccanismo di guarigione.

tratto da: Evoluzione Spontanea  In Evoluzione Spontanea, Lipton e Bhaerman rivelano come le nuove scoperte della biologia ci aiuteranno ad attraversare questo turbolento periodo storico, e come ciascuno di noi potrà prendere parte a questo cambiamento globale per raggiungere un futuro più luminoso. PER ACQUISTO

LA SIEMENS DICE CHE NON INVESTIRA' PIU' IN ENERGIA NUCLEARE MA...

September 18, 2011, 2:40 PM
BERLIN (AP) - Domenica, la Siemens ha detto che smette il business sull'energia nucleare, per concentrarsi su altre tecnologie.

Il conglomerato industriale tedesco ha confermato  le note espresse dal Direttore Generale Peter Loescher, al settimanale tedesco Der Spiegel, sul fatto che la sua azienda continuerà a consegnare  componenti per centrali nucleari (??), come richiesto, ma non investirà più nello sviluppo della energia nucleare.

Verrà cancellata la joint venture progettata con la ditta nucleare russa Rosatom. L'annuncio di Loescher arriva mesi dopo che il governo della cancelliera Angela Merkel ha deciso di mettere fuori fase l'energia atomica per il 2022, a seguito del disastro nucleare post-terremoto.

Già nel 2001, la Siemens aveva deciso di far girare la mole del business nucleare in una joint venture con una azienda francese.

Loescher ha detto allo Spiegel in una intervista pubblicata domenica, che la decisione è stata "una risposta alla chiara posizione del pubblico e governo tedeschi"

fonte: http://www.buffalonews.com/wire-feeds/24-hour-national-news/article561469.ece

sabato 17 settembre 2011

SCIE CHIMICHE: UNA VISTA SHOCKING DA UNA CABINA DI PILOTAGGIO


ADAM KADMON: riferimenti a disturbi fisici/malattie:



lunedì 12 settembre 2011

FRANCIA DEL SUD: SCOPPIO IN UNA CENTRALE NUCLEARE DOVE SI PRODUCE MOX

da: http://www.infowars.com/explosion-hits-french-mox-nuclear-site/
Traduzione Cristina Bassi, www.cafedehumanite.blogspot.com

"Uno scoppio alla centrale nucleare francese che lavora il pericoloso plutonio MOX, ha ucciso una persona e ne ha ferite 4, creando la paura che la radioattività possa sfuggire nell'atmosfera, sebbene i funzionari abbiano minimizzato questi problemi.

Tuttavia, la complicità del governo francese nel nascondere la gravità del disastro di Chernobyl nel 1986, non farà nulla per placare le preoccupazioni in merito alla onestà delle autorità nei confronti del pubblico, per ciò che concerne l'entità del problema.

 “Non ci sono state perdite radioattive dopo l'esplosione, che è stata causata da un incendio vicino ad una fornace nel centro di stoccaggio rifiuti radioattivi  di Centraco, hanno detto gli ufficiali (reports BBC News).

“Questa centrale produce carburante MOX  che ricicla il plutonio  dalle armi nucleari, ma non include i reattori". Il comitato di controllo nucleare francese, l' ASN non ha spiegato la causa dello scoppio, ma ha
ammesso che: “la fornace che è esplosa  viene usata per fondere gli scarti con livelli di radioattività che vanno dal basso al molto alto"

Come abbiamo documentato nella crisi di Fukushima, il plutonio è l'isotopo radiattiato più mortale che sia noto all'essere umano e la MOX è due milioni di volte più mortale del normale uranio arricchito.

La vita media del plutonio-239 nella  MOX  è di 24.000 anni e solo un po' di milligrammi  di P-239 che finiscano in un pennacchio di fumo  contaminerebbero  il suolo per decine di migliaia di anni.

Sebbene i funzionari dicano che  non c'è stata fuga di radioattività, un portavoce  della Atomic Energy Commission francese ha detto ,non riassicurando, affatto che, “Per il momento nulla è uscito" . Ci si aspetta che le autorità sminuiscano la severità di un evento del genere.

L'energia nucleare rappredsenta il  70% dei bisogni francesi. Una crisi che sia simile a quella delel proporzioni di Fukushima metetrebbe completamente in ginocchio l'economia del paese.

Tuttavia va detto che, a differenza del Giappone, la Francia non si sta riprendendo da un grave terremoto,  quindi ogni misura necessaria per mettere in sicurezza l'impianto sarà più semplice da attuare. In aggiunta, la Francia è paese leader nella competenza per la sicurezza nucleare e più fare riferimento ad un vasto numero di professionisti  esperti in tale campo.

La Francia ha  dolorose memorie di  contaminaizone radioattiva ed il giverno del paese una storia di coperture (omissioni) sul tema nucleare.

Durante il disastro di Chernobyl, le autorità francesi “soppressero deliberatamente le infomazioni  sulla diffusione del fallout nucleare.”  In alcune parti della Francia, il cancro alla tiroide   aumentò poichè la popolazione non fece i passi necessari  per proteggere se stessa  avendo creduto al suo governo, che diceva che la nube radioattiva era innocua".


venerdì 9 settembre 2011

CHI, PRANA, ENERGIA: SORPRENDENTE GUARITORE INDONESIANO


GERMANIA: L' AVV. STORR LANCIA INIZIATIVA COLLETTIVA PER CIELI SENZA..STRISCE ...

E' nata in Germania da poche settimane una iniziativa nazionale che si propone di portare avanti un'azione legale collettiva; il nome di tale iniziativa è Aktion Sauberer Himmel, ovvero "Campagna Cielo Più Pulito", chiaro riferimento alle scie chimiche che sempre più intensamente coprono i cieli di questo pianeta quasi a sostituirsi alle care vecchie nuvole.



Dominik Storr, l'avvocato dell'associazione, ha redatto in data 30 maggio 2011 il seguente comunicato stampa:
L'avvocato Dominik Storr
Signore e Signori,



Il mio cliente, un'iniziativa di cittadini a livello nazionale, ritiene che il problema sottoposto riguarda tutte le persone in tutta la Germania.



Si sta infittendo la raccolta di indizi e prove che mostrano come le condizioni anomali atmosferiche in Germania (come si è potuto osservare in particolare in questa primavera) siano causate da una manipolazione climatica attraverso una tecnologia messa in opera nell' atmosfera.



Non può essere che una organizzazione internazionale adoperi queste misure senza la partecipazione degli stati membri e dei parlamenti. E' arrivato il momento di aprire una discussione pubblica. Soltanto attraverso una pressione da parte dei cittadini può essere raggiunto l'obiettivo di fermare la manipolazione climatica e l'avvelenamento del cielo.

Dominik Storr
Il sito della iniziativa è http://www.sauberer-himmel.de



La pubblicizzazione degli intenti di tale campagna ha avuto una reazione immediata in Germania con la messa in onda su una rete televisiva nazionale di una trasmissione creata in fretta e furia che avrebbe dovuto "spiegare" come quelle scie nel cielo fossero "normali scie di condensa" (vedi video http://www.youtube.com/watch?v=QYFMjuyf0Ok e vedi relativa confutazione di tale falso prelievo in quota)


Focus ha dato ampio spazio all' inizativa, con toni sprezzanti citando però ampiamente le tesi esposte (http://www.focus.de/wissen/wissenschaft/wissenschafts-dossiers/tid-22677/wetterkapriolen-manipulation-under-cover_aid_637684.html)

In questa fase si stanno formando dei gruppi tematici, ognuno con uno specifico indirizzo di lavoro.
I gruppi in formazione sono :

“Guardiani del cielo”, formato da persone che attuano un monitoraggio del cielo nelle varie regioni, scattano fotografie e realizzano video, raccogliendo i dati meteo corrispondenti (essenzialmente umidità relativa e temperatura alle varie quote).

"Guardiani della terra", formato da persone che  raccolgono acqua piovana ed inviano i campioni al laboratorio. Vengono raccolte anche le analisi del sangue e dei capelli (mineralogramma) per documentare prove alla mano la pericolosità e la diffusione dell'avvelenamento dell'aria.

Gruppo di lavoro " Network", formato da persone che intervengono sui forum del web e dei social network, nei blog che si occupano di questioni correlate alle scie chimiche, nei portali web dedicati a studenti, pensionati, genitori, amici della natura, agricoltori, associazioni varie ed anche in quelli dei disinformatori.

Gruppo di lavoro "Biblioteca", formato da persone che raccolgono ed analizzano tutte le informazioni disponibili su scie chimiche, HAARP, manipolazione climatica, geo-ingegneria, ed anche sui rimedi naturali per salvaguardare la salute.

Gruppo “Nuove Idee”, formato da persone con l'incarico di monitorare il lavoro in corso ed elaborare ulteriori proposte .

I gruppi si formano inizialmente a partire da persone ritenute affidabili (attivisti da lungo tempo); ovviamente c'è da dedicare attenzione a possibili e probabili infiltrazioni in questi gruppi di lavoro.

Ogni gruppo si sceglie un coordinatore/portavoce/moderatore. Il contatto avviene via mailing-list. I gruppi restano fluidi, dinamici ed in espansione ed ovviamente sono in comunicazione tra di loro.


Il pensiero alla base di questo lavoro di coordinamento è la convinzione che per una intraprendere un'azione legale sia necessaria un'ampia raccolta di dati e prove.

L'avvocato Storr che si presta a questa gigantesca opera ha al suo attivo una grande esperienza in cause relative alle questioni ambientali, ed un'ottima reputazione.

Sono stati elaborati depliant e "flyer" che per informare la popolazione sulle scie chimiche e pubblicizzare l'iniziativa "Sauberer Himmel" (Cieli più puliti).

La pubblicazione dell'iniziativa sulla rete televisiva KOPP-Nachrichten la si può vedere qui (video)

QUELL'ALCE UBRIACO INCASTRATO IN UN ALBERO...

Un alce apparentemente intossicato  è stato trovato
incastrato  in un melo a Goteborg, Svezia, il 6..9.11. Chi lo ha
trovato, Johansson, 45anni,dice di aver sentito un ruggito
dal giardino del vicino e di essere andato perciò a dare
un'occhiata. Lì vi ha trovato un' alce femmina che scalciava
nell'albero. (AP Photo/Per Johansson)
STRANEZZE DEI TEMPI... in SVEZIA

STOCKHOLM - L'animale trovato martedi u.s, incastrato nell'albero (foto) era probabilmente ubriaco per aver mangito delle mele fermentate, questa la tesi avanzata

Con l'aiuto della polizia ed servizi di recupero, il 45enne Johansson che ha scoperto l'animale, è poi riuscito a liberarlo segando i rami dell'albero.
Ma l'animale è apparso confuso ed ha vagato nel suo giardino, dove ancora giovedi si trovava. Altri vicini  nel sobborgo di Goteborg, Saro, hanno visto l'animale  mangiare furtivamente in giro per dei giorni. Johansson ha detto che l'alce sembrava malato, ubriaco o "mezzo scemo"

fonte:
http://www.winnipegfreepress.com/arts-and-life/diversions/oddities/moose-likely-drunk-off-fermented-apples-found-tangled-in-a-tree-in-sweden-129442148.html

CURIOSITA'...
Le Carte Medicina nelle Carte di Medicina l'Alce corrisponde all'AUTOSTIMA (scarsina a dire il vero per come il poveretto si è combinato) . Questa "medicina" in equilibrio significa che si è trovato il giusto equiibrio tra dare ordini perchè le cose vengano fatte e avere la volontà di farle in prima persona.


la leonessa vegetariana: una commovent4e incredibile, affascinate storia vera

venerdì 2 settembre 2011

I DELIRI DEI "FANTAECOLOGISTI": MONGOLFIERE IMMETTIVELENI CONTRO "L'EFFETTO SERRA"

I deliri della scienza continuano: vogliono immettere agenti chimici nell'atmosfera per ridurre il fantomatico effetto serra! E in molti li crederanno eroi...

LONDRA - Creare un vulcano artificiale, alto ventimila metri, per deviare i raggi solari lontano dal nostro pianeta e ridurre l'effetto serra. Suona come uno scherzo o un'idea per un romanzo di fantascienza, invece è un progetto scientifico che entrerà nella fase sperimentale il mese prossimo.  L'idea è quella di fare salire e poi lasciare sospesa a 20 chilometri di altitudine una mongolfiera gigante, grande all'incirca come lo stadio di Wembley; tenerla collegata alla terra attraverso un lunghissimo tubo, tipo quelli di plastica usati per il giardinaggio, attraverso il quale fare arrivare a quell'altezza centinaia di tonnellate di particelle chimiche al giorno; e quindi scaricarle nella stratosfera, per deflettere la luce solare e raffreddare in tal modo il pianeta. Proprio come succede con le eruzioni dei vulcani.

Dietro questo piano, ambizioso o folle a seconda dei punti di vista, c'è un team di eminenti scienziati britannici di Oxford e Cambridge, un primo finanziamento della autorevole Royal Society per condurre la fase iniziale di sperimentazione, e un più robusto sostegno a lungo termine - se l'iniziativa si dimostrerà fattibile - da parte dello Engineering Physical Science Research Council, un consiglio di ricerche che riceve fondi dal governo di David Cameron.

Insomma, è una cosa seria, anzi serissima. Senonché, o proprio per questo, solleva obiezioni da parte di coloro che apparentemente hanno a cuore gli stessi ideali: gli ambientalisti. Da Friends of the Earth a ong ecologiste di ogni genere, la comunità dei verdi si oppone al progetto, sostenendo che è tempo e denaro sprecato cercare di ridurre il cambiamento climatico attraverso stratagemmi di "geo-ingegneria", le cui conseguenze sull'ecosistema del pianeta appaiono peraltro imprevedibili, quando il modo migliore per salvarci dall'effetto serra è ridurre le emissioni di gas nocive e passare a risorse energetiche eco-sostenibili.

Ma il concetto di una geo-ingegneria su larga scala per salvare la Terra ha ricevuto l'appoggio incondizionato di sir Martin Rees, l'ex-presidente della Royal Society, che nel 2009 si è detto favorevole alla necessità di avere un "piano B" se i negoziati internazionali fra le maggiori potenze per ridurre le emissioni di carbonio non daranno i risultati sperati. "Niente dovrebbe distrarci dalla principale priorità di ridurre le emissioni nocive su scala globale - afferma ora Rees - ma se queste riduzioni otterranno troppo poco, troppo tardi, ci saranno sicuramente pressioni per considerare un piano B per cercare di contrattaccare gli effetti del cambiamento climatico e la geo-ingegneria può essere la strada giusta".

Un primo esperimento del piano per portare il "vulcano artificiale" nella stratosfera, ovvero la mongolfiera gigante a quota 20mila metri (che è il doppio dell'altezza a cui volano gli aerei di linea), è in programma in ottobre, quando una mongolfiera più piccola sarà portata a un'altitudine più bassa, circa un chilometro, collegata a terra con un tubo che scaricherà in aria soltanto acqua: ma il punto è capire se il meccanismo può funzionare. Verificare, in altre parole, se è scienza o fantascienza. Lo scrittore Ian McEwan aveva immaginato qualcosa di simile nel suo romanzo ecologico Solar. Adesso vedremo se dalla fantasia si può passare alla realtà.
FONTE: http://www.repubblica.it/ambiente/2011/09/01/news/effetto_serra-21122427/


ARTICOLI CORRELATI:

PER NON DIMENTICARE LE BALLE DEL "GLOBAL WARMING"
LE MENZOGNE SUL CLIMA
PAURE & SCIOGLIMENTO DEL GHIACCIO ARTICO...