IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Translate

CLOROFILLA LIQUIDA

sabato 29 settembre 2007

IL CELLULARE E LA NOSTRA SALUTE...

Il Dr George Carlo, Ph.D, è uno scienziato della salute pubblica, epidemiologo, avvocato e fondatore del Science and Public Policy Institute.
A lui fu dato l'incarico da un'azienda operante nel settore dei telefonini, perchè provasse che i prodotti erano sicuri.
Sfortunatamente, però il dr Carlo arrivò ad un quadro ben diverso, che l'azienda cercò di sopprimere ad ogni costo.
Il dr Carlo scopri infatti che il cellulare rilascia un eccesso di radicali liberi, che aumentano la possibilità di formazioni concerose. Ma non è il solo ad aver scoperto il danno sul DNA e a livello cellulare. Un importante istituto tedesco, anch'esso sponsorizzato da 2 aziende di telefonini, ha scoperto che negli abituali utilizzatori di cellulari esistono disturbi sulla riproduzione del DNA. Il timore è che l'uso del telefonino, anche se opera a bassa potenza, conduca alla proliferazione cellulare, un precursore del cancro. Il peggio è che questi effetti avvengono nel cervello.
Fonte: What doctors don't tell you

giovedì 27 settembre 2007

CANCRO AL SENO: LA DIETA OCCIDENTALE UN RISCHIO?

La dieta occidentale di carni rosse, patate e cibi confezionati, dolci potrebbe essere la causa maggiore del cancro al seno nelle donne in post menopausa, ovvero potrebbe duplicare il rischio in confronto ad una dieta che sia ricca in vegetali. Questo è il nesso trovato dai ricercatori di Harvard , che hanno monitorato la salute di 1459 donne di Shangai e che credono che la "dieta occidentale" aumenti l'obesità tra le donne.

Grande beneficio sarebbe perciò per la donna occidentale, cambiare tipo di dieta e consumare di più vegetali, e soya.

Fonte: Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, 2007;

La mammografia standard individuerebbe solo la metà dei cancri al seno conosciuti nelle loro fasi vitali: solo il 56% di lesioni al seno in fase iniziale, in donne classificate come gruppo ad alto rischio, questo il dato di una recente ricerca. Molti dei cancri al seno iniziano con cellule cancerose non invasive nei dotti lattiferi, che se individuati e trattati abbastanza in tempo, possono prevenire lo sviluppo della malattia.
La responsabile della ricerca, Christiane Kuhl della Università di Bonn ha commentato:
“Se prendete tutti i casi di carcinoma duttile in sito (DCIS) preverreste virtualmente tutti i casi di cancro al seno".”I ricercatori hanno anche scoperto che la risonanza magnetica, utilizzata per verifiche al cervello, è invece un test più efficace, poichè rileva il 92% di cancro in fase iniziale.
Fonte: The Lancet, 2007; 370: 485-92.

sabato 22 settembre 2007

FEGATO: CENTRALINA DI BUONA SALUTE

Peter Deunov (morto nel 1944 a Sofia Bulgaria) e Maestro di Om Aivanhov fu uno dei massimi maestri di pensiero spirituale e di cristianesimo esoterico dell'ultimo secolo. I suoi insegnamenti riguardarono anche la sfera della salute per la quale diede lezioni di medicina occulta ai suoi discepoli, che radunava per lo più sui Monti Rila (in Bulgaria), nella zona dei 7 Laghi. Tra i suoi insegnamenti l'importanza del fegato per la buona salute:
"Il plesso solare (stomaco n.d.r) è influenzato dal fegato e per questa ragione si dovrebbe tenere quest'ultimo in perfetta condizione. Tutte le impurità del mondo mentale ed emozionale umano fluiscono nel fegato e da lì al centro della Terra, dove vengono purificate. In questo senso il plesso solare funge da canale per la purificazione dei pensieri impuri e delle emozioni. La salute dell'essere umano dipende dalle buone condizioni del fegato" (150,195)
"Se il fegato è in disordine, alla mente arrivano pensieri ostili. Un fegato disturbato sviluppa crudeltà nell'essere umano. (126,71-72)

"Chi ha un sistema digestivo normale e in buona salute è gioioso, bonario e gran lavoratore. Se vi trovate davanti ad un essere dal volto giallognolo, indisposto al lavoro, sappiate che il suo sistema digestivo non è sano. Egli percepisce tutto in modo pessimistico, non ha fiducia nella vita. Per non entrare in questo stato, tenete il vostro sistema digestivo in buono stato: da questo dipende il benessere dell'essere umano nel mondo fisico, il primo passo nella Vita" (7-138-139)
fonte: Health & Sickness, Bialo Bratstvo Publ., Bulgaria 2002. trad. Cristina Bassi

giovedì 20 settembre 2007

ANTIDEPRESSIVI AGLI ADOLESCENTI: CAUSA SUICIDIO?

Quando in Olanda ed USA si prescissero molto antidepressivi SSRI (selective serotonin reuptake inhibitors) ci furono molti suicidi tra i giovani. David Healey, professore di medicina psicologica alla Università di Cardiff fu uno dei primi a suggerire un nesso tra quelle medicine e i suicidi, una teoria supportata da numerosi tests medici.
L'evidenza sarebbe tale, per cui anche la Food and Drug Administration (FDA) ha messo sulla confezione del prodotto un "box di avvertimento" che ammonisce su questo rischio. Ma un nuovo studio sostiene che quelle medicine non sarebbero imputabili. Tra il 2003 e il 2004, ci fu una caduta delle prescrizioni di quel tipo di farmaco e tuttavia il tasso di suicidi tra gli adolescenti continuò comunque a salire: il 14%, laddove ci fu il 22% in meno di prescrizioni del farmaco. Ma il Prof Healey è ancora convinto che ci sia questo nesso. I pericoli della medicina potrebbero essere stati mascherati da una incapacità dei periti di riconoscere una associazione o da un cambio nelle abitudini di prescrizione dei medici, quello di essere passati a prescrivere ai ragazzi degli antipsicotici.
Fonte: American Journal of Psychiatry, 2007; 164: 1356-63; British Medical Journal, 2007;

sabato 15 settembre 2007

SCEGLIERE DI GUARIRE SOPRAVVIVENDO AL SISTEMA CANCRO

" Nel 2001 (in USA n.d.t) mi diagnosticarono un cancro al seno e come per altri in questa situazione, anche per me fu un grande shock. Quello di cui non mi resi conto fu di quanto fosse limitato il trattamento standard che veniva offerto e che io, come altre migliaia di donne, venivo gettata in un sistema che aveva ben poco a che fare con l'individuo. La mia ricerca mi portò in Germania, dove trovai una via per riprendere la salute. Il percorso per ristabilirmi fu un recupero dolce del corpo, usando il sistema immunitario, piuttosto che la distruzione tossica che sembra inevitabile con i metodi generalmente usati nel nostro servizio sanitario. Nel mio libro Choosing to Heal; Surviving the Breast Cancer System, descrivo il mio viaggio personale e indico come tutte le donne possano prendere controllo della loro salute e del loro benessere" Janet Edwards

Dopo aver subito l'intervento chirurgico Janet si rese conto in fretta che il follow-up con la chemioterapia e la radioterapia che miravano a distruggere il cancro, stavano nuocendo al resto del suo processo vitale. Il suo libro (in inglese) è una mappa del suo viaggio per trovare risposte
e scoprire una soluzione più sostenibile: un misto "nutriente" di medicina convenzionale e complementare che rendeva onore alla mente, allo spirito, e alla sottile intelligenza del corpo perchè potesse recuperare da solo.
La sua esperienza ci ricorda che la salute è molto di più che l'assenza del sintomo e che quando arriva una "malattia" grave questa è soprattutto una grande opportunità, una "sveglia" perchè uomini e donne si riprendano il proprio potere e la cura della propria salute.

lunedì 10 settembre 2007

PERDONO & GRATITUDINE FANNO BENE ALLA SALUTE

Fred Luskin, Ph.D, del “Progetto Perdono” dell’Università di Stanford rileva che:

“Ricerche basate su studi controllati hanno di recente mostrato che allenarsi al perdono può essere efficace nel ridurre stress e ferite emozionali”.

Luskin sottolinea il training nel perdono come una via per alleviare la rabbia e l’angoscia connesse ad esperienze di ferite emotive. Questo potrebbe avere implicazioni importanti per la prevenzione e il trattamento di disturbi cardiocircolatori e vari cronici.

La necessità del perdono emerge da una struttura di lavoro che dimostra che della rabbia non elaborata e della ostilità possono essere dannosi per la salute. Le ricerche suggeriscono che pazienti con attacchi di cuore che agiscono con maggior perdono, dimostrano meno rabbia e ostilità e in questo modo si riduce la malattia. Hanno anche riportato un miglioramento generale della loro vita.

"Il Perdono è il processo di lasciare andare i tuoi giudizi negativi sugli altri e quelli su te stesso e le tue autocondanne. Il perdono è la buona volontà di donare tutta la tua angoscia e rabbia ad un potere superiore ed avere fiducia che possano essere trasformate in amore”. G. Jampolsky, Forgiveness: the Greater Healer of All

Negli anni recenti gli scienziati hanno cominciato ad esaminare i nessi esistenti tra religione e buona salute, sia fisica che mentale. Due psicologi stanno lavorando pere dipanare la matassa su quanto la fede possa promuovere la felicità.

Michael McCollough, dell’università metodista meridionale di Dallas, nel Texas, e Robert Emmons dell’università della California, dicono che il loro studio iniziale indica che la gratitudine gioca un ruolo significativo nel senso del benessere dell’individuo.

Per ricevere in .pdf "Guarire il passato", documento tradotto in italiano e prodotto dall'Institute of Noetic Sciences e ispirato al film "What the bleep do we know", farne richiesta con una e-mail.

domenica 9 settembre 2007

IMPACCHI DI UVA PER SISTEMA LINFATICO E COLITE

Tra i molti casi di persone a cui Edgar Cayce fece le sue "letture" sul tema della salute, ci furono anche quelli legati alla colite.
Nei suoi readings (letture) Cayce definiva questo stato come una congestione del colon, spesso preceduto da un raffredamento o influenza intestinale . Spessissimo rilevò che questo disturbo era correlato a quello del sistema linfatico. Quando il colon si infiamma, la circolazione linfatica si fa più tossica che drenante. In aggiunta, il coinvolgimento di fegato e reni aumenta lo squilibrio, mettendo in moto un decadimento fisico, causato da scarsa assimilazione dei nutrimenti e cosi da un generale indebolimento delle forze vitali nel corpo.
Cayce ricordava che in casi di attacchi di colite era necessario stare molto a riposo: il corpo viene iperaffaticato, in un certo senso e bisogna dargli il tempo e la forza per riprendersi.
Secondariamente indicava una dieta alcalinizzante, in cui evitare dolci e carni, ma assumere invece frutta fresca e vegetali.
In una lettura si indicava specificatamente dell'ananas come buon ingrediente per una dieta in casi di colite, ma anche due "erbe" molto utili: zenzero e ginseng.
Per i disturbi al sistema linfatico, Cayce consigliò impacchi di uva.
Questa la ricetta:
" Applicare su tutto l'addome, almeno una volta alla settimana, dell'uva schiacciata, con semi e buccia. Fate in modo che paccottiglia sia spessa almeno 2,5 cm. Lasciatela sull'addome fino a che si sia completamente seccata, grazie al calore del corpo, cosa che potrebeb richiedere da 4 a 4,5 ore e che l'impacco sia sufficientemente grande da coprire tutto l'addome. Mettere gli acini su una garza" . 5057-1