IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

DISTURBI

SUCCEDE... CHE SU CERTI POST, COMPAIANO DELLE SOVRASCRITTE. I LETTORI COMPRENDERANNO...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

QXCI-SCIO: FREQUENZE PER IL RIEQUILIBRIO ENERGETICO CORPO-MENTE E ANTISTRESS

QXCI-SCIO: FREQUENZE PER IL RIEQUILIBRIO ENERGETICO CORPO-MENTE E ANTISTRESS
"Ho scoperto che l'inconscio dei pazienti, è un sistema molto profondo e intelligente, molto piu' intelligente delle mente verbale, che è come un bambino che cerca di comprendere le cose". dr Nelson

martedì 29 maggio 2007

ATTENZIONE AL FORNO A MICROONDE...

Come già illustrato dal dr Perugini Billi sul suo sito, la cottura a microonde altera la struttura cellulare dei cibi e li priva di fondamentali nutrienti e antiossidanti. Così gli alimenti cotti in microonde si possono trasformare al punto tale da non essere perfettamente "riconosciuti" dal nostro corpo. Questo "non riconoscimento" può portare ad una perturbazione del nostro sistema immunitario e "destabilizzarlo" e alla lunga, potrebbe amplificare delle risposte allergiche o generare forme di "intolleranza". Non ultimo, sempre più spesso nel forno a microonde vengono messi appositi cibi preconfezionati (alimento e confezione insieme). Ma questi prodotti contengono anche molti additivi, perché il microonde, di norma, non dà al cibo né la colorazione, né il sapore della cottura convenzionale. Inoltre, durante la cottura con microonde le confezioni cedono sostanze chimiche al cibo.
Per la vita moderna la sua velocità di preparazione lo rende strumento ambito nelle cucine...tuttavia ... meglio queste cautele se proprio lo si vuole usare:
- utilizzarlo il meno possibile e assolutamente mai come metodo di cottura principale;
- non utilizzarlo mai per la preparazione di alimenti destinati ai bambini;
- evitare di cucinare alimenti congelati e soprattutto nella loro confezione;
- utilizzare sempre recipienti privi di PVC;
- non aprire mai lo sportello durante il funzionamento del forno;
- controllare la perfetta tenuta dello sportello. Una cattiva chiusura può rilasciare onde nell'ambiente circostante.
E...infine, attenzione perché negli ultimi tempi molti Fast Food, Bar e Ristoranti si sono attrezzati con forni a microonde. La colazione, il pranzo o la cena potrebbero contenere alimenti cotti o scaldati con il microonde!

giovedì 24 maggio 2007

"Mangia grasso e vivi bene" : l'inganno del colesterolo

Le note che seguono provengono dal recente libro del dr Perugini Billi, “Mangia grasso e vivi bene”, che induce a riflettere sui risvolti meno etici e salutistici delle mode alimentari "light" degli ultimi decenni...

"(...) I grassi sono stati sempre presenti nella dieta dell’uomo fin dai primordi. Pensiamo solo al maiale, animale “grasso” per antonomasia, che ha giocato un ruolo fondamentale nella dieta dell’Europa medievale ed è ancora tanto presente nelle tradizioni culinarie delle nostre regioni. Per quanto riguarda la paura del colesterolo, questa è nata negli Stati Uniti agli inizi degli anni ’50. Si tratta di una storia fatta d’interessi economici, industriali e politici, nulla a che fare con la salute della gente. La demonizzazione di pancetta, uova e burro è stata una manna per l’industria degli oli di semi e delle margarine, e successivamente dei cibi dietetici, mentre lo spauracchio del colesterolo lo è stato per le industrie del farmaco. Peccato che 50 anni di ricerche e tanti soldi spesi non sono stati in grado di dimostrare che una dieta povera di grassi allunga la vita, né che il colesterolo provoca l’infarto”.

"(...) Non solo non sono state debellate le malattie coronariche, ma sono aumentati il diabete e l’obesità, che sono l’anticamera di quelle stesse malattie cardiovascolari di cui ci si voleva liberare. Rifuggiamo i grassi come la peste e poi ci ingozziamo di zuccheri e farine raffinate. Il corpo ha bisogno di una certa quantità di calorie. Se gli neghiamo i grassi, allora li cercherà sotto forma di carboidrati. Il problema è che questi, a differenza dei grassi, creano dipendenza, possono provocare insulinoresistenza e più facilmente portare al sovrappeso. Quindi, spendere i propri soldi in alimenti “scremati”, “magri” e “light” non è la risposta giusta. Non solo non fanno dimagrire, ma non sono neanche salutari”.

martedì 15 maggio 2007

CONSIGLI ALIMENTARI da EDGAR CAYCE

"Ogni mattina quando ti alzi bevi un bicchiere di acqua tiepida, calda ma bevibile, appena ti svegli, e ciò sarà utile per espellere e trasportare fuori dallo stomaco questi veleni o gli accumuli nel periodo di riposo, capisci?” (843-2)

Evitare/ eliminare il latte dal tè o dal caffè
(D) Sono dannosi tè o caffè?(R) Con latte o crema dannoso. (2868-2)
“…………se bevete il caffè, non prendete del latte con esso. Se bevete il tè, non prendete del latte con esso È difficile da digerire….” ( 5097-1)

"... le pere sono buone e utili per tutti, specialmente dove il corpo – e le influenze per la costruzione del sangue - ha bisogno; perché queste saranno assorbite. E' meglio mangiare queste al mattino o alla sera. (501-4)

"evita le combinazioni in cui vengono assunti grano, patate, riso, spaghetti o cose simili tutti nello stesso pasto. Alcune combinazioni di questi durante il pasto sono ottime, ma tutti questi tendono a produrre una quantità troppo grande di amido – specialmente se viene assunta della carne durante tale pasto. Se non viene consumato carne, questo fa una grande differenza. Per le attività del flusso gastrico del sistema di digestione c’è il bisogno di una reazione nel flusso gastrico di amido e un’altra di proteine... Quindi, nella combinazione, non mangiare grandi quantità di amidi con proteine o carni. Se dolci e carni vengono consumati nello stesso pasto questi sono preferibili agli amidi. Piccole quantità di pane con dolci vanno bene, naturalmente. 416-9

mercoledì 9 maggio 2007

GUARIRE LA CAUSA RADICE

Secondo la millenaria tradizione tibetana, nello specifico secondo i dettami dello Yungdrung Bon, espressi dal Lama Kemshar , tutte le malattie derivano da un karma passato che si manifesta sia secondo cause radice che cause secondarie, ovvero i sintomi.
Nel suo seminario di guarigione recentemente tenuto in occasione del Tisana a Lugano, Lama Kemshar ha spiegato che il karma, in una linguaggio occidentale-anglosassone può essere tradotto con "sin"= peccato. Serve purificare il karma negativo altrimenti la causa radice continuerà a persistere e a creare sofferenza. Questo processo di purificazione del proprio karma è la guarigione (healing) . L'aspetto spirituale della guarigione è la "compassione genuina", che è dunque l'antidoto per guarire il karma negativo. Un "guaritore" deve generare compassione e non essere motivato dall'ego. Il primo passo per sviluppare compassione genuina è prendersi piena responsabilità per le proprie azioni e smettere di incolpare gli altri. Quindi smettere il giudizio, orientarsi interiormente e apportare trasformazione dal di dentro.
Il karma negativo è determinato da azioni di corpo, discorso e mente e raggruppa 5 veleni principali:
- rabbia
- gelosia
- orgoglio
- attaccamento
- ignoranza
Lama Kemshar è rappresentante di una antichissima tradizione, Il Boen, che fa riferimento al Buddha Tönpa Shenrab di molti millenni pre-esistente il Buddha Shakyamuni, a cui fa riferimento il buddismo "moderno". Questa tradizione contiene tecniche e insegnamenti profondi su come generare saggezza e compassione.

mercoledì 2 maggio 2007

PRESCRIZIONI DI DISASTRI...

Per chi conoscesse l'inglese, segnalo questo link-video: un documento tristemente eloquente ed inquietante. Una lunga serie di interviste con medici, esperti, chimici, pazienti drammaticamente lesi fisicamente e psicologicamente. Motivo : effetti dannosissimi di alcuni farmaci convenzionali (noti anche da noi ovviamente) a cui sono stati sottoposti. Non ultimo il servizio tratta anche delle relazioni simbiotiche tra l'industria farmaceutica e il FDA, Food and Drug Adminsitration, USA. Legittimo il dubbio che, per i ben noti criteri di mercato e delle multinazionali, il meccanismo non sia una peculiarità solo americana...
Non mancano testimonianze sul problema delle vaccinazioni.

Clickate sul titolo per connettervi.