IL PRESENTE BLOG RIPORTA E SOPRATTUTTO TRADUCE INFORMAZIONI INTERNAZIONALI SULLA SALUTE E BENESSERE CON MEZZI E RIMEDI NATURALI E NON CONVENZIONALI, PRESE SOPRATTUTTO DALLA RETE E I CUI AUTORI SONO MEDICI E PROFESSIONISTI DELLA SALUTE E RICERCATORI. SEGNALA ALTRESI POLITICHE ... "NON PROPRIAMENTE SALUTISTICHE" NEI CONFRONTI DELLA RAZZA UMANA, CHE CI STA A CUORE, SEBBENE CONSAPEVOLI CHE NON SIA LA SOLA INTORNO A NOI. SONO SEMPRE CITATE LE FONTI A CUI SI PREGA DI FARE RIFERIMENTO PER ULTERIORI DETTAGLI. NON SI ACCETTANO COMMENTI VOLGARI, DIFFAMATORI E AMBIGUI. NON E' UNO SPAZIO PER LA DISINFORMAZIONE.

Translate

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 5 febbraio 2016

Ennesima tragedia ambientale in USA. "Stanno portando l'inferno in terra"


globalist 


Emergenza ambientale (una ennesima...) di questi giorni in USA: la perdita di gas metano all'impianto della Southern California Gas Company, l' Aliso Canyon al RANCH PORTER, fuori Los Angels... 

"50 tonnellate di gas naturale all'ora che si riversano nell'atmosfera: una perdita di gas, tossica,  da record". http://www.greenpeace.org/usa/porter-ranch-leak-rages-on-state-of-emergency-declared/.

Sullo stesso tema ricevo in Facebook da un corrispondente canadese:

"aggiornamento al 31.1.16. Disastro catastrofico fuori Los Angeles, che minaccia centinaia di migliaia di persone. I funzionari dicono di aver totalmente perso il controllo del campo (di gas), intendono con questo che ora ci sono perdite ovunque di metano esplosivo. Accade al Porter , in Alison Canyon
Il tutto potrebbe innescare esplosioni che si innalzerebbero in aria distruggendo case e costruzioni. Confermata anche la fuoriuscita di benzene, tossico, che esce dal terreno ed entra nella artmosfera . Fuoriesce in tali quantitò che le persone possono venire uccise solo camminandoci sopra."

Insomma siamo vessati da eoni ... da benefattori del pianeta e di tutto cio' che sopra vi esiste... No, non appartengo alla categoria di chi si accontenta di dire che "è l'uomo cattivo ed egoista"...Egoismo, cattiveria, imbecillità sono conseguenze di altro che agisce sull'umano da tempo immemore. Nulla di "umano" è cio' che sta portando l'inferno in terra...

(...)
Gli 8 Passi-suicidio che stanno portando l'inferno in Terra
Come te, mi viene da sputare sangue per l'attacco espresso da questa orribile distruzione, che i poteri in essere  attuano. Non credo lo si possa mai urlare abbastanza. Ma piu' di questo, però, dobbiamo guardare dritto in faccia cosa c'è ed è il gioco finale.
1. Geoingegneria e Terraforming
Riempiono i nostri cieli di scie chimiche con metalli tossici per usare il tempo atmosferico come "un moltiplicatore di forza" nella loro spinta a controllare la terra. Questo include anche alghe killer bioingegnerizzate,  riscaldatori atmosferici ed armi elettromagnetiche  che causano morie di massa di animali e creano piu' aree deserte in tutto il mondo. E poi HAARP e distruggono e friggono tutto sul loro cammino.

2.Modificazione genetica di tutto cio' su cui mettono mano.Ora si tratta di alberi  e cespugli e di pesci, animali, insetti in aggiunta alla distruzione genetica della catena di cibo. Non dimenticare: tutto questo alla fine cambia il genoma umano. E' pura disgustosa follia. http://saluteolistica.blogspot.it/2012/05/dr-mercola-annuncia-la-bomba-denaro.html

3. Immissione di pesticidi ed erbicidi  precedentemente vietati, che tra le altre cose stanno decimando la popolazione delle api, dispensatrici di vita: un indicatore certo di un sistema di approvvigionamento cibo, che è insostenibile.
4. Medicine senza criterio ad ogni costo e per qualsiasi ragione.Vaccini, medicine chimiche, acqua e cibo avvelenati ed aria tossica. Tutto anti-vita.
 

>>> tutto l'articolo qui:
http://thelivingspirits.net/cospirazioni-contro-lumanita/quei-passi-che-stanno-portando-l-inferno-in-terra.html

mercoledì 3 febbraio 2016

Pian O Fruit: un pasto per mantenere forma e disinfiammare il corpo. Metodo France Guillain




Il mio segreto per rimanere in forma senza rinunce, si chiama "Miam O' Fruit" ed è il pasto che faccio 5 giorni a settimana a colazione o a pranzo e mi aiuta a rimanere in forma sia con la linea che con la salute! 

Il Metodo France Guillain

Stasera, la ricetta che proviene dal libro "il metodo France Guillain" voglio condividerla con voi, passo per passo! Di che si tratta? 
Seguendo il metodo di France Guillain, un pasto può diventare un ottimo metodo per depurare e disinfiammare il corpo, grazie all’alto contenuto di acidi grassi della sua ricetta.
Miam O Fruit, così si chiama questo pasto alternativa dai risvolti sorprendenti, è un misto di frutta, olii, semi grassi e frutta secca che aiuta a compensare il senso di fame per almeno 4 ore dopo l’assunzione, non appesantisce, fornisce il giusto equilibrio di vitamine, fibre, proteine, sali minerali, oligoelementi e soprattutto di acidi grassi (Omega 3 e Omega 6).
Ma come si prepara una perfetta Miam O Fruit? Ecco gli ingredienti: 
* BANANA di media grandezza, possibilmente biologica. È sufficiente mezza banana.
Si schiaccia pestandola con una forchetta, affinché diventi liquida e cambi leggermente colore. Deve ossidarsi un po' per passare dallo stato di amido a quello di proteine vegetali, divenendo così più digeribile. 
È un frutto ricco di proteine vegetali che permette di mantenere in emulsioni l'olio fino all'intestino; fornisce una gran quantità di serotonina (anti depressivo naturale); è ricca di potassio (per controllare l'assimilazopme del sale ed essenziale per mantenere i tessuti, lo scheletro e le cellule in buono stato).
La banana schiacciata e ossidata è uno dei migliori riparatori della flora intestinale; è addirittura consigliato schiacciare la banana diverse ore prima e lasciarla ossidare all'aria aperta.

Olio di semi di lino e olio di semi di sesamo 1 cucchiaio da minestra di ciascun olio
L'olio di semi di lino è ricco di omega 3, eccellente per i nostri neuroni.
Viene venduto in bottiglie da 250 ml e va conservato in frigorifero per un periodo massimo di un mese (n.d.a. 250 ml è la quantità di olio che in un mese consuma una persona per preparare questa ricetta quotidianamente, quindi nulla andrà sprecato)
attenzione però ad utilizzare quello per uso alimentare e non quello per uso cosmetico né per i mobili!!!
L'olio di semi di sesamo è interessante invece per l'apporto di calcio.
Un paio di brevi osservazioni sull'olio: è possibile utilizzare, in alternativa agli oli citati, anche altre qualità. Potrebbero essere apprezzabili anche altri oli come di noci, zucca argan e compagnia cantante, ma hanno una reperibilità minore rispetto a quelli suggeriti e hanno la pecca di essere un poco più costosi.
È preferibile riservare invece l'olio di oliva agli altri pasti.
L'olio deve essere perfettamente emulsionato in sottili goccioline in grado di attraversare la barriera intestinale, dev'essere poi accompagnato da succo di limone che, grazie alla presenza di vitamina C, lo libera dai radicali liberi che questo cattura nello stomaco. Così facendo, l'olio andrà a nutrire correttamente le membrane cellulari. 

* SEMI OLEOSI tre cucchiai da minestra di almeno tre semi diversi
Per non incappare in fraintedimenti occorre precisare che l'autrice per "semi oleosi" intende sia i semi (di zucca, di lino, di sesamo, etc.) e frutta, talora, chiamata secca (noci, nocciole, mandorle, etc.)
Qualora sceglieste semi di lino o di sesamo, essendo così piccoli, occorre tritarli finemente con un macina caffè elettrico poiché arrivando interi nell'intestino rischierebbero di irritarlo e, oltretutto, andrebbero perse le ricchezze contenute al loro interno venendo espulsi interi, pertanto assolutamente inutili. Sempre sotto questa ipotesi, i semi che vengono tritati devono essere conservati in un vasetto di vetro in frigorifero in quanto hanno la tendenza ad irrancidire in fretta (da consumare entro una settimana)
Ultima precisazione: i semi non vanno messi in ammollo, non devono essere né tostati né salati. 

* SUCCO DI LIMONE BIOLOGICO appena spremuto un cucchiaio da minestra.
La vitamina C, come abbiamo detto, va ad agevolare l'olio e la sua funzione.
Infatti, l'olio che arriva nello stomaco raccoglie i radicali liberi diventando ossidante, il succo di limone lo "ripulisce" facendo in modo che possa nutrire correttamente le membrane cellulari.

* FRUTTA almeno tre tipi diversi
È importante che sia frutta cruda, fresca, di stagione e possibilmente biologica.
È consigliabile che fra gli "almeno tre tipi di frutta" vi sia almeno mezza mela perché contiene fibre non solubili inibendo l'appetito per un tempo maggiore.
Questa molteplicità consente all'organismo di assorbire vitamine, sali minerali, enzimi ed oligoelementi.
Niente frutta a digestione rapida come agrumi, anguria e melone; divieto anche per la frutta disidratata (come fichi o albicocche secche) e frutta sciroppata, congelata o in conserva. 
Infine, alla ricetta possono essere aggiunti un cucchiaio di miele o di polline e può essere seguito da una tisana o té verde (senza zucchero né latte).
Può essere assunto anche sotto forma di frullato seguendo alcune istruzioni precise; a colazione o a pranzo.
È molto importante, come già detto, non concedersi strappi particolari o, per meglio dire, si può ma non sarebbe più il miam-Ô-fruit di France Guillain con i suoi benefici. D'altra parte vi è un ampio potere di scelta fra i diversi tipi di frutta e semi oleosi (ed eventualmente con l'aggiunta di miele o polline) si ha quindi la possibilità di avere una colazione sempre varia con poche semplici cose.

fonte: https://www.facebook.com/alteaerboristeria/posts/1019140564810679

domenica 31 gennaio 2016

Grecia: Sanità al collasso. - Grazie Austerity -


 
25 GENNAIO 2016 – Lo scorso dicembre su The Lancet è apparso un articolo che fa il punto della situazione riguardo l’assistenza sanitaria ellenica a distanza di cinque anni dall’inizio della crisi. Secondo Eva Karamanoli – autrice del reportage per conto della rivista – i segni dell’austerità appaiono ben evidenti passando lungo i «corridoi traboccanti di pazienti» degli ospedali pubblici di Atene. Medici ed infermieri sono sottodimensionati, così come farmaci, attrezzature e forniture mediche. «Il settore sanitario – scrive Karamanoli – è un malato cronico e la situazione non fa che peggiorare, giorno dopo giorno».

In particolare rispetto all’erogazione dei farmaci spesso si assiste ad una sistematica assenza di medicinali da mettere a disposizione dei cittadini. Ciò avviene a causa dei pagamenti troppo protratti nel tempo ma anche perché le case farmaceutiche prediligono rifornire i mercati, dove spuntano prezzi più alti a tutto vantaggio degli azionisti che vedono aumentare i propri dividendi.
Dal 2009 il finanziamento degli ospedali pubblici si è ridotto del 50% e la spesa sanitaria è passata al 4% del Pil nazionale contro una media europea che si aggira intorno al 7%. Il numero di pazienti negli ambulatori, ma anche nelle sale di emergenza degli ospedali pubblici, è raddoppiato; il personale medico risulta insufficiente a causa del blocco delle assunzioni. La disoccupazione tra i medici è molto alta, i fondi assicurativi in rosso.

Ma non sono solo gli ospedali a “tagliare” sulle prestazioni mediche. Ormai sono gli stessi pazienti a effetuare sforbiciate sulle cure, decidendo di interrompere i trattamenti cui sono sottoposti o trovando alternative più economiche ai farmaci prescritti. Senza contare che i check-up preventivi o le vaccinazioni rivolte a gruppi molto a rischio – come bambini e anziani – sono stati sensibilmente ridotti.

«La stretta finanziaria che ha colpito la Grecia – si legge ancora nell’articolo – si è abbattuta anche sulle farmacie». Non di rado i farmacisti non vengono riforniti e si trovano nella condizione di dover cercare un farmaco per tutta Atene. Altrettanto spesso i loro clienti non sono in grado di pagare innescando un drammatico effetto a catena: «Ci sono persone che conosco da vent’anni – spiega un farmacista – Anche quando non possono permettersi i medicinali cerco di aiutarle ma questo rende più difficile per me mandare avanti il negozio ed effettuare i pagamenti ai fornitori».

fonte: http://www.idiavoli.com/grecia-sanita-al-collasso/

sabato 30 gennaio 2016

Le distorsioni del presente: "la guerra è pace, la libertà è schiavitù', l'ignoranza è forza"

orwell1984



(...) 
La neolingua orwelliana è una tipologia di comunicazione artificialmente inventata da un immaginario partito unico per rendere difficile ogni forma di pensiero articolato e quindi di dissenso. Proprio la mancanza di determinati vocaboli e l’uso intenzionalmente fuorviante di altri servono ad impedire alla popolazione di esprimere alcuni specifici concetti e di formulare persino idee compiute.
1984 - Formato Flipback®
La summa della neolingua può essere individuata nei 3 slogan auto-contraddittori ai quali tutta la popolazione deve credere senza riserve:
“La Guerra è Pace”
“La libertà è schiavitù”
“L’ignoranza è forza”
Fortunatamente quello di Orwell è un romanzo distopico, e possiamo rallegrarci del fatto che i funesti scenari che vi sono previsti non si siano ancora realizzati nella società in cui viviamo. O meglio: almeno non si sono realizzati per intero.
Almeno non nei tempi previsti dallo scrittore britannico.
Ad essere sinceri però, qualche traccia di neolingua la avremmo riscontrata anche nel nostro di mondo e così, un po’ per gioco e un po’ anche sul serio, abbiamo selezionato una lista di espressioni (e volendo ce ne sarebbero ancora tante altre) il cui uso, abuso o disuso sta iniziando a puzzarci un po’.
Iniziamo ora la nostra esposizione, durante la quale ci aiuteremo con i tre slogan citati sopra, partendo dal primo:
“LA GUERRA È PACE”.
Per quanto bizzarro possa sembrare, le analogie tra il mondo immaginato da Orwell e la nostra realtà in questo caso sono abbastanza evidenti. Fino a qualche decennio fa infatti, quando spingevamo i nostri eserciti ad occupare militarmente un paese straniero e a bombardare le fazioni che si opponevano alla nostra occupazione, lo mandavamo in Guerra. Invece, da qualche tempo a questa parte, il termine guerra è stato sostituito dalla meno inquietante definizione di Missione di Pace.
(...) 
Anche la nostra vita di tutti i giorni però può essere osservata dal punto di vista delle modifiche avvenute negli ultimi decenni nel lessico. 
In questo caso ci tornerà comodo il secondo slogan: “LA LIBERTÀ È SCHIAVITÙ”.
Liberismo e liberalizzazioni sono infatti le parole chiave, ed entrambe condividono la radice con quella della parola libertà.
Perché una Liberalizzazione abbia luogo, innanzitutto bisogna provvedere ad una Deregulation. Tutti noi siamo abituati ad accettare passivamente l’accezione positiva che il termine deregulation ha acquisito nell’uso quotidiano dei media: significa che si smantellano le oberanti regole e procedure che ostacolano il funzionamento del Libero Mercato.
Peccato che, dai tempi del Codice di Hammurabi [ https://it.wikipedia.org/wiki/Codice_di_Hammurabi ] ad oggi, l’uomo abbia cercato di darsi delle leggi e delle regole che rendano possibile la convivenza civile. A volte si è trattato di regole stupide, sbagliate o ridondanti. Più spesso le leggi esistenti sono state via via superate dal cambio dei costumi e della realtà sociale che le avevano originate, e si è reso necessario un aggiornamento delle stesse. Ma mai fino ad ora era stata imposta alla società una filosofia che mettesse in dubbio l’esistenza stessa delle regole e promuovesse la loro riduzione e rimozione indiscriminata
In assenza di regole di convivenza infatti si regredisce alla legge della giungla, alla legge del più forte (che nella società moderna è il più’ ricco), e prima i diritti dei più deboli e poi via via quelli di tutta la collettività vengono compressi a favore degli interessi dei pochi che detengono le leve del potere. Per fare un esempio “riuscito” di deregulation, l’eliminazione della distinzione tra banche di credito e banche d’affari ha permesso quei colossali fenomeni di speculazione che negli ultimi anni hanno portato alla rovina milioni di piccoli risparmiatori e mandato in crisi l’intera economia mondiale.
>>> tutto l'articolo qui: 
tratto da Breve Dizionario in Neolingua, Articolo di Cesare Corda per SakerItalia.it
La Fattoria degli AnimaliL'Imbroglio della Realtà e l'Inganno della Percezione